Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Responsabilità sociale di impresa e Workplace

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 1 – La Responsabilità Sociale di Impresa 8 evitando sprechi e contribuisce a creare ricchezza e lavoro per tutti: in questa maniera “valore economico e valore sociale si sovrappongono completamente”11 in quanto l’impresa è tanto più socialmente responsabile quanto più mira a massimizzare i profitti. Una volta raggiunto il massimo profitto starà a colui che lo ha conseguito decidere come utilizzarlo e, se lo ritiene opportuno, distribuirlo per fini sociali. La teoria etica alla base di questo approccio è la cosiddetta etica delle intenzioni12, secondo la quale in sostanza ciò che conta sono le intenzioni dell’agente e non le conseguenze del suo comportamento: se un’impresa ha come obiettivo la massimizzazione del profitto, grazie alla quale potrà porre in essere iniziative benefiche, dovrà concentrarsi su questo fine tralasciando le problematiche riguardanti i mezzi attraverso cui ciò avvenga. Evidentemente questo fondamento etico trascura quell’importante aspetto rappresentato da eventuali esternalità negative13 derivanti dall’attività dell’impresa, che potrebbero essere tali da non venire neanche lontanamente compensate dalle iniziative benefiche successive. 1.4 Preminenza degli interessi particolari Contemporaneamente a quanto proposto da Friedman, trova spazio un approccio teorico che inizia ad aprire la strada verso la CSR. Il comportamento delle imprese è governato dal perseguimento di interessi particolari, non necessariamente di carattere economico, quali il potere o il prestigio. Questi devono essere conseguiti in sintonia con gli interessi generali del sistema socio-economico; tale sintonia deve essere sostanzialmente garantita 11 Zamagni S., “La responsabilità sociale dell’impresa: presupposti etici e ragioni economiche” p.11, il Mulino editore, 2004 12 Zamagni S., “La responsabilità sociale dell’impresa: presupposti etici e ragioni economiche” p.11 il Mulino editore, 2004 13 Con esternalità negative intendiamo quegli effetti riconducibili all’attività dell’impresa che si ripercuotono in maniera negativa, in termini di benessere, su uno o più soggetti esterni, come l’ambiente e la comunità, e il cui costo sociale derivante dalla riduzione di benessere è sopportato dalla collettività anziché dall’impresa. PDF created with pdfFactory trial version www.pdffactory.com

Anteprima della Tesi di Dario Muzzarini

Anteprima della tesi: Responsabilità sociale di impresa e Workplace, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Dario Muzzarini Contatta »

Composta da 250 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8588 click dal 15/04/2005.

 

Consultata integralmente 52 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.