Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Immigrazione extracomunitaria e lavoro in Veneto: il caso del comune di Oderzo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 2. La presenza straniera in Italia. Dati quantitativi L'analisi dell'inserimento degli immigrati stranieri nel sistema produttivo e nella società locale necessita di essere inquadrata nel contesto più ampio del nostro paese come recente meta di flussi migratori, e del Veneto come una delle regioni di punta dei processi di formazione di una società plurietnica. Molta attenzione viene dedicata all'obbiettivo di quantificare le presenze straniere attraverso rilevazioni e produzioni di stime. L'enfasi sulla dimensione quantitativa è comprensibile, ma occorre prendere le distanze da un approccio meramente contabile, deterministico, oggettivizzante, secondo cui di fatto gli immigrati diventano un gruppo composto di individui identici ed addizionabili. Mi pare tuttavia che, prendendo spunto dai dati istituzionali disponibili, si possa proporre qualche linea interpretativa per una riflessione sul fenomeno che, a partire dallo scenario nazionale, aiuti a comprendere le caratteristiche con cui si manifesta nell'ambito locale che ci interessa. E' necessario però procedere con la costante consapevolezza di dover discutere su dati solo parzialmente affidabili. La novità del fenomeno, la scarsa organizzazione dell'apparato burocratico, la presenza di una quota di immigrazione clandestina difficile da quantificare, rendono problematico ogni conteggio. Va tenuto presente che soltanto dal 1987 esiste nella nostra legislazione la figura giuridica dell'immigrato straniero. Prima si considerava soltanto lo "straniero", il cui soggiorno era regolato dalle norme di pubblica sicurezza risalenti all'anteguerra.

Anteprima della Tesi di Stefania Longo

Anteprima della tesi: Immigrazione extracomunitaria e lavoro in Veneto: il caso del comune di Oderzo, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Stefania Longo Contatta »

Composta da 318 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6653 click dal 25/05/2005.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.