Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le Agenzie per il lavoro nel Decreto Legislativo 276 del 2003

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 con particolare riferimento ai servizi di incontro tra domanda e of- ferta di lavoro. 8 2.1. L’oggetto sociale La riforma del lavoro ha introdotto una novità importante per le Agenzie per il lavoro, consistente nell’eliminazione dell’oggetto sociale esclusivo, che obbligava le stesse a poter svolgere soltanto quel tipo di servizio indicato all’atto della co- stituzione della società. L’eliminazione dell’oggetto sociale e- sclusivo, consente alle Agenzie di affiancare alle attività autoriz- zate altre tipologie di attività non soggette ad autorizzazione. Mentre per le agenzie di ricerca e selezione del personale e di ricollocazione professionale si richiede che l’attività autoriz- zata sia semplicemente indicata come oggetto sociale dell’agenzia, senza necessità di prevalenza, per quanto riguarda le agenzie di somministrazione di tipo generalista e per le agen- zie di intermediazione occorre l’indicazione nello statuto della società dell’attività per la quale è richiesta l’autorizzazione come dell’oggetto sociale prevalente 9 , anche se non esclusivo, preve- dendo che detta attività sia l’attività predominante. Tutto ciò ren- de le agenzie dei soggetti polifunzionali consentendo loro di svolgere altre attività accanto a quelle oggetto di autorizzazione. Per le agenzie di somministrazione di tipo specialista, ossia quelle di somministrazione a tempo indeterminato, dato che non è prevista l’indicazione dell’attività svolta come oggetto sociale prevalente, con l’eliminazione dell’oggetto sociale esclusivo, non si può ritenere che possano svolgere solo quella attività. Per que- sto motivo non possono definirsi “unifunzionali” in quanto pos- sono altresì svolgere anche altre tipi di attività, vuoi nella forma dell’appalto di servizi vuoi in quella della somministrazione di 8 Art. 2, comma 1, lett. f) del d.lgs.276/03. 9 Ai sensi dell’art. 5 comma 2 lett. f) e comma 4 lett. c) del D.Lgs. 276/03.

Anteprima della Tesi di Andrea Crucianelli

Anteprima della tesi: Le Agenzie per il lavoro nel Decreto Legislativo 276 del 2003, Pagina 11

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Andrea Crucianelli Contatta »

Composta da 180 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3288 click dal 19/04/2005.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.