Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le Agenzie per il lavoro nel Decreto Legislativo 276 del 2003

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 2. Dalle Agenzie interinali alle Agenzie per il lavoro L’art. 4 del D.Lgs. n. 276/03 ha introdotto la nuova figura del le Agenzie per il lavoro, che si differenziano rispetto a quelle di cui alla legge n. 196/97, per l’ampliamento delle attività facol- tizzate, non più limitate al lavoro interinale, ma ad ogni forma generalizzata di somministrazione di lavoro (essendo stato abro- gato il vincolo dell’oggetto sociale esclusivo). 6 Le Agenzie per il lavoro sono soggetti che possono operare a tutto campo previe le necessarie autorizzazioni e la successiva iscrizione in un albo u- nico articolato in cinque sezioni ed istituito presso il Ministero del Lavoro. Esse possono svolgere attività di somministrazione di lavoro a tempo determinato ed indeterminato (c.d. staff leasing), di intermediazione tra domanda e offerta di lavoro (cioè il collo- camento), di ricerca e selezione del personale, di supporto alla ri- collocazione del personale (c.d. outplacement). Attraverso questa disposizione, il Legislatore conferma e ri- propone l’impianto autorizzatorio già previsto dal Pacchetto Treu. In quel caso le autorizzazioni erano necessarie per svolgere l’attività di fornitura di prestazioni di lavoro temporaneo ed il collocamento; ora, invece, il regime autorizzatorio riguarda tutte le attività sopra elencate (vengono di conseguenza abrogati l’art. 2 della legge 196/97 e l’art.10 del D.Lgs. 469/97) e rimane sem- pre di competenza dello Stato. In assenza di autorizzazione, si in- tegra automaticamente un’ipotesi di intermediazione o interposi- zione nei rapporti di lavoro sanzionata, anche penalmente, dal Legislatore. Rispetto al Pacchetto Treu, il decreto attuativo della legge Biagi chiarisce espressamente il divieto per le agenzie di fare og- getto di transazione commerciale l’autorizzazione ottenuta. 6 La riforma Biagi: commento al D.Lgs. 276/03, G. Favalli - A. Stanchi, La Tribuna 2003. Per le no- vità in tema di oggetto sociale vedi paragrafo successivo.

Anteprima della Tesi di Andrea Crucianelli

Anteprima della tesi: Le Agenzie per il lavoro nel Decreto Legislativo 276 del 2003, Pagina 9

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Andrea Crucianelli Contatta »

Composta da 180 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3284 click dal 19/04/2005.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.