Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'evoluzione del ruolo del testimonial nel mercato degli strumenti musicali: il caso degli Endorsers

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 2 – L’endorsement: alternativa alle strategie pubblicitarie tradizionali. _______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________ marketing la comunicazione 3 è essenziale e può dirsi realizzata con successo solo quando chi la invia ottiene la reazione attesa da parte del ricevente. La schematizzazione di Jakobson (Tabella.2.1.) mette in evidenza quelle che sono le sei componenti del processo comunicativo, ovvero: Codifica CODICE Decodifica EMITTENTE Canale CONTESTO RICEVENTE (Feedback) Messaggio Messaggio Tabella 2.1: Il processo comunicativo secondo Jakobson, 1966. L’emittente è colui che dà inizio alla comunicazione, produce il messaggio dopo averlo codificato, lo trasmette al destinatario servendosi di un canale. Elementi essenziali della fonte emittente sono la sua credibilità e, più in generale, il grado di accettazione da parte del ricevente che determinano la rivalutazione o la svalutazione del messaggio e della sua forza informativa e persuasiva. In realtà sarebbe funzionale per un’analisi più completa inserire all’inizio della catena la figura di un committente che è tipica anche se non esclusiva della comunicazione pubblicitaria. Nella pratica usuale committente ed emittente finiscono con il confondere spesso i rispettivi ruoli e sono in 3 Un’interpretazione più estesa di comunicazione viene data da P.Watzlavick in Pragmatic of Human Communication, Norton&Co, New York, 1967 (trad.it. Pragmatica della comunicazione umana, Astrolabio, Roma, 1961). Afferma infatti che in qualsiasi momento in cui ci si trovi in presenza di altri individui “non si può non comunicare: l’attività o l’inattività, le parole o il silenzio hanno tutti valore di messaggio; influenzano cioè gli altri e gli altri, a loro volta, non possono non rispondere a queste comunicazioni”. 35

Anteprima della Tesi di Andrea Peri

Anteprima della tesi: L'evoluzione del ruolo del testimonial nel mercato degli strumenti musicali: il caso degli Endorsers, Pagina 3

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Andrea Peri Contatta »

Composta da 78 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4999 click dal 18/04/2005.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.