Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sistemi gestionali e.r.p. per le piccole e medie imprese e le aree innovative

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 Del resto il sistema produttivo italiano può essere a ragione definito un sistema di PMI: su 10 imprese 9 hanno meno di 200 dipendenti, mentre 7 addetti su 10 sono occupati in piccole e medie imprese. Tuttavia è importante considerare che con l’evolversi della disciplina sui contratti di lavoro, all’interno delle impre- se trovano sempre più spazio forme di partecipazione all’attività di impresa, dif- ferenti dalla forma tipica di contratto da lavoro dipendente. La nascita di contratti atipici, quali i contratti di collaborazione coordinata e con- tinuativa o i contratti interinali e l’esigenza di flessibilità in termini d’organico e competenze, ha dato maggior spazio ai collaboratori e consulenti all’interno del- le PMI. Perde quindi di significato il numero di dipendenti impiegato in un’impresa, come parametro per distinguere le piccole imprese dalle medie e dalle grandi, mentre è importante verificare anche l’entità della presenza dei collaboratori. Non è raro il caso in cui i collaboratori eccedono il numero dei di- pendenti. La configurazione societaria e la presenza o meno di altri sedi oltre a quella principale sono elementi fondamentali per differenziare le piccole imprese dalle medie. In genere le piccole imprese nascono su iniziativa del singolo imprendi- tore, supportato poi dalla presenza eventualmente di altri soci, che ritengono l’impresa una propria creatura e non ipotizzano neppure la partecipazione di al- tre società nel capitale sociale. Tuttavia se l’attività intrapresa dall’imprenditore ha successo, l’impresa cresce di dimensioni con il passare del tempo, ma mentre il passaggio tra medie e grandi imprese è abbastanza è facile, quello tra piccole e medie si è spesso di- mostrato critico. Esiste una barriera che rende difficile questo passaggio. La crescita dimensionale impone la necessità di gestire una complessità struttu- rale maggiore, che il singolo imprenditore con poca probabilità riesce a sostene- re, se non supportato da altri dirigenti. 1 Fonte: http://ticepmi.liuc.it/ Cetic 2003

Anteprima della Tesi di Gnhymah Monique Yebout

Anteprima della tesi: Sistemi gestionali e.r.p. per le piccole e medie imprese e le aree innovative, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Gnhymah Monique Yebout Contatta »

Composta da 200 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10419 click dal 18/04/2005.

 

Consultata integralmente 24 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.