Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Antipolitica: una minaccia per la democrazia in Italia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 1.2 La partecipazione politica per esercitare la sovranità popolare Quando si parla di “partecipazione” si rischia di ridurla essenzialmente all’esercizio del diritto di voto, il che ne rappresenta un esempio, il più diffuso e il più universale, ma in realtà non si tratta che di “una delle modalità di partecipazione politica e forse neppure la più importante” 11 . In realtà partecipare alla vita politica è un processo di coinvolgimento, implica lo spostamento di grandi masse di individui che sono state a monte politicizzate, verso la vita politica. Guardare esclusivamente all’affluenza alle urne può comportare un’analisi parziale del fenomeno, che invece oggi si estende anche alla mobilitazione delle piazze, agli scioperi, all’adesione ad un partito o ad una associazione della società civile, etc. Eppure è tramite l’esercizio del diritto di voto che funziona il meccanismo della rappresentanza, alla base di ogni Democrazia rappresentativa; è questa la via privilegiata per raggiungere il potere decisionale, è questa la via che, conquistata duramente, è stata istituzionalizzata nei sistemi elettorali e via via perfezionata per cercare di garantire una maggiore rappresentatività ai cittadini. Ma quale esercizio della sovranità popolare di fronte al fenomeno dell’astensionismo? Se la percentuale di partecipazione elettorale non è elevata, con quale legittimità governa la classe politica al potere? Con quella di un’esigua minoranza? Il problema è complesso. Stiamo attraversando una fase storica nella quale il fervore politico sembra assopito, la partecipazione politica, pare registrare livelli molto bassi, soprattutto in confronto agli strumenti a disposizione, ai livelli di istruzione e al benessere dei cittadini. Il contesto sociale sembra avere un’influenza molto rilevante sul livello di partecipazione politica della popolazione: troppa povertà e ignoranza oppure consumismo esasperato sono condizioni che non favoriscono il coinvolgimento all’amministrazione della res publica. In medio stat virtus. 11 Cfr. G. Pasquino, Corso di Scienza Politica, Il Mulino, Bologna, 2000, p.48

Anteprima della Tesi di Francesca Bellemo

Anteprima della tesi: Antipolitica: una minaccia per la democrazia in Italia, Pagina 6

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Francesca Bellemo Contatta »

Composta da 93 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6677 click dal 20/04/2005.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.