Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le concentrazioni nel settore ICT: una analisi dei prezzi pagati da Tiscali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 l’impresa target, e il guadagno o la perdita per gli azionisti dell’impresa acquirente in termini di “SVA” (Shareholders Value Added), il quale identifica il livello di “sinergie attese” dall’operazione. La prima forma di pagamento trattata è rappresentata dal contante, in cui non vengono a delinearsi particolari problemi di valutazione delle conseguenze dell’operazione. Infatti, i rischi intrinseci all’operazione, i quali costituiscono il principale problema da affrontare in tale sede, vengono interamente sopportati dall’impresa acquirente, a meno che non vengano introdotte speciali clausole che in qualche modo riescano a trasferire parte dei rischi all’impresa target, come ad esempio una clausola di “earn out”. Successivamente si analizzano le criticità intrinseche ad un pagamento “carta contro carta”, mettendo subito in rilievo l’immediato effetto che esso produce, ossia quello di trasferire pro-quota i rischi nonché il valore generato dall’operazione. In tale forma di pagamento il problema principale va ricercato nella determinazione del “rapporto di concambio” e a tal fine si illustrano alcuni possibili modelli tesi al suo calcolo, nonché i problemi legati all’effetto diluitivo delle azioni preesistenti Il capitolo si dilunga successivamente su come debba essere strutturata l’offerta di azioni, distinguendo due fattispecie fondamentali: un “deal” in cui viene tenuto fisso il valore dell’operazione, che lascia indefinito fino alla fine il numero di azioni da emettere nonché la percentuale di proprietà post- acquisizione, e un “deal” effettuato attraverso un numero fisso di azioni, il quale espone in modo particolare gli azionisti acquirenti al rischio di flessione del prezzo delle proprie azioni dal momento dell’annuncio fino al closing.

Anteprima della Tesi di Stefano Marsilii

Anteprima della tesi: Le concentrazioni nel settore ICT: una analisi dei prezzi pagati da Tiscali, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Stefano Marsilii Contatta »

Composta da 303 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2015 click dal 19/04/2005.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.