Il sistema dei controlli interni nelle aziende complesse

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

La definizione fornita dal CoSO Report si collega con una concezione moderna dell’impresa, basata sui principi del decentramento, dell’autonomia organizzativa ed operativa, della delega e della motivazione. Da tutto ciò deriva l’esigenza di diffusione degli strumenti del controllo all’interno della struttura aziendale. L’attività del CoSO è legata da rapporti di reciproco condizionamento con quella elaborata dai codici di Best Practice inglesi, nati e sviluppatisi come risposta alla serie di fallimenti registrati in Inghilterra verso la fine degli anni Ottanta. Un ruolo rilevante viene assunto dal Combined Code, adottato dal London Stock Exchange nel 2000, (che ha raggruppato nel 1998 il contenuto di tre codici precedenti: Cadbury Code, Greenbury Code e Hampel Report) e dal Turnbull Report 6 entrato in vigore nel 1999-2000, che si occupa prevalentemente di sistemi di controllo e gestione dei rischi. In essi sono rinvenibili ulteriori definizioni di controllo interno. Il Cadbury Code nel paragrafo 4.31 afferma che “i consiglieri sono responsabili del mantenimento di adeguate registrazioni contabili e necessitano di un sistema di controllo interno sulla gestione finanziaria, incluse le procedure per minimizzare il rischio di frodi.” Il Combined Code rende i direttori delle imprese quotate responsabili dell’introduzione di un sistema di controllo interno efficace nell’identificazione e nel controllo dei rischi aziendali e della sua periodica revisione, con obbligo di comunicazione agli azionisti. L’attività di revisione dovrebbe coprire tutti i controlli, ‹‹including financial, operational and compliance controls and risk management›› 7 . Ulteriore documento a cui fare riferimento nel contesto europeo è il Rapporto Vienot, frutto di uno studio, effettuato in Francia, sul funzionamento dei consigli di amministrazione. Facendo riferimento alla realtà italiana, ulteriori suggerimenti per giungere ad una definizione esauriente di sistema di controllo interno possono essere rintracciati nella normativa e nelle raccomandazioni concernenti i controlli svolti dal Collegio Sindacale. 6 Institute of Chartered Accountants Of England and Wales (ICAEW), Turnbull Report, Londra, 1999, www.iia.org.uk 7 Committee on the Financial Aspects of Corporate Governance and Gee and Co, Report of the Committee on the Financial Aspects of Corporate Governance, London, 1992. 8

Anteprima della Tesi di Marco Massi

Anteprima della tesi: Il sistema dei controlli interni nelle aziende complesse, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Marco Massi Contatta »

Composta da 229 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 12664 click dal 21/04/2005.

 

Consultata integralmente 47 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.