Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il governo della parrocchia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BOLOGNA FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA 6 I distretti parrocchiali suddivideranno l’intera superficie urbana, delineando quartieri e rioni. La struttura della Chiesa è fortemente centralizzata e la dimensione territoriale, nella quale acquista spessore, è senza dubbio quella urbana. In ogni città 9 viene ordinato un vescovo (“episcopus est in omni et sola civitate”), centro delle funzioni episcopali e pastorali, maestro, sacerdote e pastore di tutta la comunità cristiana; solo nelle campagne dell’ Egitto e dell’ Asia minore vengono per un certo periodo ordinati vescovi rurali, ma verranno sostituiti in breve tempo da “curatores excurrentes”; nel resto dell’Impero, la diocesi 10 svolge le proprie funzioni nelle campagne attraverso il prezioso contributo di sacerdoti e diaconi delegati dal vescovo 11 . L’evangelizzazione delle campagne pone il serio problema della struttura organizzativa da assumere per il controllo del vasto territorio rurale in via di popolamento. In Oriente si nominano Corepiscopi, vescovi rurali ad autorità limitata, in duplicazione del modello urbano impostato sulle due figure del metropolita e del parroco; in Occidente, invece, le comunità di fedeli vengono affidate ad un vicario diocesano, ma l’amministrazione dei sacramenti, in 9 Il Concilio di Sardica del 343 d.C. al canone 6 stabilisce il divieto di ordinare vescovi rurali perché “non vilescat nomen episcopi et auctoritas”,cfr Stickler, La parrocchia nell’evoluzione storica, in AA.VV., La parrocchia, Libreria Editrice Vaticana, Città del Vaticano, 1997, pag. 7. 10 Nonostante non siano ancora definiti i rispettivi confini, le circoscrizioni ecclesiastiche sono ormai due: parrocchie e diocesi (paroikìa e eparkìa in Oriente e parochia e diocesis in Occidente). In questo senso Fantappiè, op. cit., pag. 29. 11 Vedi Stickler, op. cit., pag. 8.

Anteprima della Tesi di Nicola Delpino

Anteprima della tesi: Il governo della parrocchia, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Nicola Delpino Contatta »

Composta da 122 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2204 click dal 20/04/2005.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.