Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La pornografia minorile su Internet e le tecniche per contrastarla

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 mentre in altri è considerata del tutto naturale. Invero, tale ultima tesi non sembra poggiare su basi sufficientemente solide, in quanto non tiene adeguatamente conto della complessità e conflittualità del fenomeno anche in quelle società in cui, a prima vista, esso potrebbe apparire tollerato. La massima diffusione della pedofilia si fa generalmente risalire al VI e V secolo a. C., nelle città greche di Sparta ed Atene. Essa consisteva in una relazione sessuale tra adulti maschi e adolescenti, spesso all’interno di un’esperienza spirituale e pedagogica attraverso la quale l’amante adulto trasmetteva le virtù del cittadino. Le numerose fonti storiche dell’epoca testimoniano il fatto che la relazione sessuale di un adulto e di un minore in età compresa tra i dodici ed i diciotto anni fosse considerata perfettamente lecita, mentre quella con un minore di dodici anni fosse ritenuta illegale e socialmente riprovevole. La pederastia nell’antica Grecia era una vera e propria norma sociale, una forma di educazione riconosciuta dallo Stato ed in molti casi anche incentivata. Il pederasta era considerato un pedagogo (pais, ragazzo e igein, condurre), colui che aveva una funzione di guida nella vita anche sessuale dei discepoli. I Greci ritenevano che fosse possibile trasmettere la saggezza da una generazione all’altra soltanto attraverso l’amore e l’attrazione provata da un adulto saggio per un giovinetto. In realtà,

Anteprima della Tesi di Vincenzo Ficociello

Anteprima della tesi: La pornografia minorile su Internet e le tecniche per contrastarla, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Vincenzo Ficociello Contatta »

Composta da 211 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8250 click dal 20/04/2005.

 

Consultata integralmente 26 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.