Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La famiglia legittima e la famiglia di fatto tra paralisi statale e iperattivismo regionale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 La struttura della famiglia tuttavia rimane ancorata alla potestà del capofamiglia; questa però non è più esercitata in modo illimitata, ma nel rispetto delle leggi e dello Stato; cosi facendo l’autorità del padre risulta essere uno strumento per far penetrare all’interno del nucleo familiare l’ordine sociale deciso dal legislatore. Il marito, inoltre, ha il compito di proteggere la moglie e tenerla con sé; la donna assume il cognome dello sposo, è obbligata a seguirlo dovunque egli ritenga opportuno fissare la residenza, non poteva compiere atti giuridici di un certo livello se non con l’autorizzazione del marito. Le donne, salvo le nonne e le sorelle nubili, non potevano assumere le funzioni di tutore. In caso di morte del capofamiglia, la potestà passava alla moglie, anche se il suo esercizio era affiancato da un consiglio di famiglia, formato da ascendenti, fratelli, zii di sesso maschile con funzioni consultive e autorizzatorie 2 . Tra i coniugi, dal punto di vista patrimoniale, si instaura un regime di separazione dei 2 G. SALME’ “Evoluzione del diritto di famiglia e ruolo del giudice. Dalla disciplina dei Codici alle norme della Costituzione”, tratto da www.ergaomnes.it.

Anteprima della Tesi di Annalisa Germinario

Anteprima della tesi: La famiglia legittima e la famiglia di fatto tra paralisi statale e iperattivismo regionale, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Annalisa Germinario Contatta »

Composta da 141 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11447 click dal 20/04/2005.

 

Consultata integralmente 27 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.