Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La famiglia legittima e la famiglia di fatto tra paralisi statale e iperattivismo regionale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

16 beni, ciononostante l’amministrazione è interamente affidata al marito, sul quale non ricade alcun obbligo di rendiconto alla moglie, salvo il caso in cui quest’ultima si opponeva alla gestione. L’adulterio della donna è considerato reato e legittimo la richiesta di separazione, quella dell’uomo per avere le stesse conseguenze, deve assumere le caratteristiche di una relazione adulterina scandalosa. Appare chiaramente la disuguaglianza che caratterizza il rapporto coniugale, intesa, però, come strumento per tutelare l’unità della famiglia. Per quanto riguarda i figli, la patria potestà è esercitata fino al raggiungimento della maggiore età, all’emancipazione e al matrimonio, per il quale non è più richiesto il consenso del capofamiglia se i figli sono già in età matura (18 anni per gli uomini, 15 per le donne). Pian piano poi si incomincia a riconoscere una certa tutela verso i figli naturali, purché non adulteri e incestuosi.

Anteprima della Tesi di Annalisa Germinario

Anteprima della tesi: La famiglia legittima e la famiglia di fatto tra paralisi statale e iperattivismo regionale, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Annalisa Germinario Contatta »

Composta da 141 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11447 click dal 20/04/2005.

 

Consultata integralmente 27 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.