Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le fonti energetiche rinnovabili. Valutazioni economiche, politiche ed ambientali.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 1.2 I LIMITI DELL’ENERGIA NUCLEARE Le centrali nucleari a sicurezza passiva, cioè quelle di più moderna concezione, promettono, rispetto alle attuali, decisi miglioramenti nel campo della sicurezza di esercizio. Tuttavia la linea di pensiero che vede tutti gli sforzi per la sicurezza concentrati nella prevenzione dell’incidente non è condivisa da tutti gli esperti del settore. Alcuni infatti sostengono che nel caso in cui l’incidente avvenga comunque, nonostante gli sforzi in termini di prevenzione, non saremmo adeguatamente preparati per fronteggiarne le conseguenze. Inoltre il costo di realizzazione di queste nuove centrali nucleari sarà, secondo delle stime, almeno quattro volte quello delle centrali nucleari a ciclo combinato gas-vapore. E’ da aggiungere poi che per conseguire economie di scala le centrali devono obbligatoriamente essere di grande potenza mentre la domanda di energia, in particolare nei paesi a maggior livello di sviluppo, si sposta sempre di più verso impianti piccoli e maggiormente flessibili che possono, quindi, entrare in funzione in tempi notevolmente minori. Nonostante questo c’è chi sostiene l’opportunità di riprendere gli investimenti nel campo del nucleare convinto del suo limitato impatto sull’ambiente (ciò è avvenuto anche in Italia a seguito dei black-out dell’estate 2003). E’ infatti vero che le emissioni di CO 2 derivanti dalla produzione di energia elettrica da impianti nucleari sono ridotte, tuttavia non si può non considerare il pesante impatto sull’uomo e sull’ambiente collegato alla produzione di energia elettrica dal nucleare: vengono innanzitutto in considerazione le radiazioni che costituiscono una seria minaccia alla salute in tutti gli stadi del processo, dall’estrazione dell’uranio, all’esercizio degli impianti, al trattamento delle scorie radioattive. E’ da segnalare infine il grande problema dei rifiuti nucleari che, nonostante una lunga ricerca, è ancora pressoché irrisolto.

Anteprima della Tesi di Filippo Mazzei

Anteprima della tesi: Le fonti energetiche rinnovabili. Valutazioni economiche, politiche ed ambientali., Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Filippo Mazzei Contatta »

Composta da 325 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 26588 click dal 22/04/2005.

 

Consultata integralmente 106 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.