Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Principio di Relatività

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Accetto il punto di vista secondo cui una teoria fisica è solo un modello matematico e che è senza significato domandarsi se corrisponde alla realtà. Tutto ciò che uno può dire è che le sue predizioni dovrebbero essere in accordo con le osservazioni. [22] Kip Thorne, parlando della TRS e della TRG, dice che: …Entrambi i punti di vista (spazio-tempo realmente piatto o curvo) danno precisamente le stesse predizioni… sono in disaccordo solo sul fatto se la distanza misurata è la “vera” distanza, ma tale disaccordo interessa i filosofi, non i fisici…Quale punto di vista dica la “reale verità” è irrilevante. ([23], pag. 400) Lo stesso Albert Einstein dichiara: È spesso, forse anche sempre, possibile sostenere un fondamento teorico generale, assicurando l’adattamento della teoria ai fatti mediante assunzioni addizionali artificiose. ([24], pag. 585) E, nuovamente Paul Davies e John Gribbin, affermano che: La realtà svelata dalla fisica moderna è fondamentalmente aliena alla mente umana, e rifiuta tutto il potere della visualizzazione diretta. [12] D. H. Lawrence confessa che: Mi piace la relatività e le teorie quantistiche perché non le capisco e mi fanno sentire come se lo spazio si sposti continuamente, come un cigno che non può posarsi, rifiutando di sedersi ed essere bloccato; o come se l’atomo fosse una cosa impulsiva che cambia sempre il suo proposito.[25] E, concludendo ancora con Stephen Hawking: Vi è una sottospecie chiamata filosofi della scienza che dovrebbe essere meglio dotata. Ma molti di loro sono fisici falliti che hanno trovato troppo difficile inventare nuove teorie e allora hanno preso a scrivere di filosofia invece che di fisica. Stanno ancora discutendo sulle teorie scientifiche dei primi anni del Novecento, come la relatività e la meccanica quantistica. Non hanno nulla a che fare con le frontiere attuali della fisica. ([26], pag. 41) E si potrebbe andare avanti ancora per molto, ma riteniamo che un quadro della situazione presente sia già definito. Invece deve risultare indispensabile il legame tra la fisica e la filosofia e la storia della fisica, per un’analisi completa di ogni evento nella vita dell’uomo, così come i 13

Anteprima della Tesi di Luigi Romano

Anteprima della tesi: Il Principio di Relatività, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Luigi Romano Contatta »

Composta da 228 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5891 click dal 21/04/2005.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.