Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

''God bless Israel''. La formazione dello Stato d’Israele vista attraverso le pagine di Newsweek e Time Magazine (1945 - 1949)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

-5- E’ sicuramente da tenere presente che i giornali americani tengono a separare nettamente gli articoli riportanti i fatti dalle opinioni dell’articolista o dalla linea politica del giornale. E’ importante inoltre rimarcare che nella stampa americana la sensibilità su questo punto è così viva che i giornali sono organizzati con spazi specifici per le due tipologie di articoli. Entrambe le riviste, sostengono la linea della presidenza americana nei confronti dello stato di Israele, anche se non mancano di criticare la Casa Bianca e la persona del presidente per le ambiguità tenute in particolari occasioni. Entrambi i giornali inoltre, mantenendo una posizione liberal sulla questione palestinese, appoggiarono in toto la richiesta degli ebrei (e la politica estera di Truman) di poter avere una propria patria. Rispetto a Time, che riporta fedelmente le direttive del governo americano, e più orientato a riferire le notizie in chiave ufficiale, Newsweek presta una maggiore attenzione anche alle vicende di politica interna e a fonti confidenziali di vario tipo riferenti opinioni e indicazioni politiche ufficiose. Il liberalism americano degli anni di Truman presentò, e non solo sulla questione ebraica un doppio atteggiamento: progressista nell’opinione pubblica liberal e nella stampa di eguale tendenza; moderato, e talvolta incline al conservatorismo, nella classe dirigente. Nel caso particolare di Truman questa duplicità si riproponeva: le convinzioni di Truman, liberal di convinta tradizione newdealista, si scontravano spesso con gli atteggiamenti conservatori di molti suoi collaboratori, con il risultato che la vagheggiata politica liberal subiva frequenti correzioni anche sostanziali e rimaneggiamenti significativi: il problema della Palestina ne era uno degli esempi più evidenti.

Anteprima della Tesi di Cristiano Tinazzi

Anteprima della tesi: ''God bless Israel''. La formazione dello Stato d’Israele vista attraverso le pagine di Newsweek e Time Magazine (1945 - 1949), Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Cristiano Tinazzi Contatta »

Composta da 159 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4069 click dal 11/05/2005.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.