Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Atteggiamento dei consumatori verso gli alimenti geneticamente modificati: applicazione del choice modelling nella città di Bari

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 Come si nota dalla figura, l’introduzione dell’innovazione risparmiatrice di capitale comporta uno spostamento della curva dell’offerta verso (da S1 a S2) destra con un conseguente abbassamento del prezzo (da P1 a P2). Ragionando in termini di surplus del produttore si passa da un’area ampia A+B ad un’area pari a B, ottenendo quindi una perdita. (Burrel, 2004) Inoltre, nell’analisi tradizionale dei cambiamenti tecnologici si assume che l’attività di ricerca sia realizzata da enti pubblici (Università, Governo, Istituti di ricerca) che la rendono disponibile a tutti coloro che ne vogliano venire a conoscenza, o la vogliano utilizzare, a costo nullo. (Burrel, 2004) Persino quando le imprese private usano la ricerca scientifica pubblica al fine di introdurre nuovi input o attrezzature per l’agricoltura, si assume che questi elementi innovativi siano venduti in una condizione di mercato dove produttori e consumatori guadagnano in termini di surplus e non è pagato nessun diritto al fornitore dell’innovazione. (Moschini, 2001) Nel caso in cui l’attività di ricerca sia condotta da imprese private, che possono proteggere le nuove invenzioni con dei brevetti 2 , esse hanno il controllo monopolistico sulla nuova tecnologia. Questo non comporta più un costo nullo per l’utilizzo dell’innovazione. Se le imprese private sfruttano la loro posizione monopolistica, imponendo un prezzo alto, si ottiene conseguentemente una minore vendita della tecnologia e inoltre diminuiscono i vantaggi per consumatori e produttori. (Burrel, 2004) Per esempio, basandosi sulle percentuali di adozione nel 1999 della più popolare soia GM negli USA, si è stimato che i benefici sono divisi nelle seguenti proporzioni: consumatori 40%, produttori 16% e 2 Un brevetto è una licenza legalmente applicabile che permette alle compagnie private di proteggere “il diritto di proprietà intellettuale” in modo da prevenire che altri soggetti abbiano dei profitti da questo.

Anteprima della Tesi di Antonio Stasi

Anteprima della tesi: Atteggiamento dei consumatori verso gli alimenti geneticamente modificati: applicazione del choice modelling nella città di Bari, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Agraria

Autore: Antonio Stasi Contatta »

Composta da 166 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2243 click dal 22/04/2005.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.