Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Atteggiamento dei consumatori verso gli alimenti geneticamente modificati: applicazione del choice modelling nella città di Bari

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 Considerando l’ulteriore differenziazione di mercato con l’introduzione dei prodotti GM-free, certificati su base volontaria, la disponibilità a pagare sarà utile agli imprenditori a capire se la spesa aggiuntiva per garantire l’assenza di OGM in questi prodotti è giustificata o meno. La metodologia di ricerca in adozione è il Choice Modelling. La caratteristica principale di tale metodologia è la possibilità di inserire l’argomento di primario interesse (in questo caso gli OGM) in un contesto che include altre peculiarità del sistema agro-alimentare, a loro volta legate a tale tecnologia di produzione. Tale metodologia, pertanto, permette di venire a conoscenza delle scelte del consumatore simulando una situazione di scelta reale. In maniera più specifica, il metodo di analisi permette ad un argomento di interesse di essere frammentato in una serie di elementi che lo contengono, consentendo l’analisi dei singoli trade-off. (Burton et al., 2001) L’idea centrale del choice modelling è che gli individui possono scegliere tra diverse alternative contenenti un certo numero di attributi, ciascuno con livelli differenti. Ogni singolo individuo, logicamente, sceglie l’alternativa che gli rende la maggiore utilità. È stato, pertanto, messo a punto un questionario che ha permesso di rispettare tali assunzioni, quindi somministrato a un campione di responsabili d’acquisto di famiglie baresi. I dati raccolti sono stati inseriti in un database ed elaborati da una software che ha permesso di effettuare l’analisi del multinomial logit. La disponibilità a pagare è stata successivamente stimata in una valutazione di “prezzo implicito” o “part-worth”. Nel presente lavoro di tesi, al fine di comprendere al meglio la problematica sono stati definiti gli alimenti geneticamente modificati, sono stati elencati i loro aspetti positivi ed i loto aspetti negativi. I cibi

Anteprima della Tesi di Antonio Stasi

Anteprima della tesi: Atteggiamento dei consumatori verso gli alimenti geneticamente modificati: applicazione del choice modelling nella città di Bari, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Agraria

Autore: Antonio Stasi Contatta »

Composta da 166 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2243 click dal 22/04/2005.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.