Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il contratto di inserimento ed il CFL nel decreto legislativo 276/03

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 1. Genesi della disciplina Nell’ordinamento giuridico nazionale, il contratto di inserimento fa la sua prima apparizione col Titolo VI del D.Lgs 276/03. 5 La ricerca delle origini di questa tipologia contrattuale non può, pertanto, che prendere le mosse dalla legge che ha delegato la sua emanazione, la L. 14 febbraio 2003 n° 30 – “Legge Biagi” 6 , e dal Libro Bianco che ne ha ispirato i principi e criteri direttivi. Considerando un ambito temporale più ampio, dopo aver osservato la continuità non solo terminologica ma anche funzionale del contratto di inserimento col contratto di formazione-lavoro “mirato ad agevolare l’inserimento professionale mediante …” (tipologia “b”), la ricerca deve necessariamente tener conto delle cause che, nel processo evolutivo del della disciplina del cfl, hanno portato allo sdoppiamento del contratto di formazione- lavoro nelle due distinte tipologie, corrispondenti ad altrettanto distinte funzioni. 5 Parte della dottrina (cfr. SILVIA CIUCCIOVINO – Il contratto di inserimento professionale – in ADL - Argomenti di diritto del lavoro a cura di Mattia Persiani - CEDAM 1995) aveva battezzato come “contratto di inserimento” il contratto di formazione-lavoro “…mirato ad agevolare l’inserimento…” di cui all’art. 16 – c. 2 – L. 451/94. 6 L’accostamento del nome di Marco Biagi alla Legge delega non è universalmente accettato. Nella pubblicazione curata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali “La Legge Biagi per il Lavoro – Capire la riforma” p. 5 (in www.welfare.gov.it ) si afferma : “… una legge che, giustamente ha il suo nome, perché era stata disegnata da Marco Biagi in ogni sua riga e il suo ruolo, nel lavoro di questo Governo sul versante delle politiche per l’occupazione regolare e di qualità, è stato sempre persuasivo e determinante, già a partire dalla presentazione del Libro Bianco sul mercato del lavoro dell’ottobre 2001”.

Anteprima della Tesi di Antonio Sulis

Anteprima della tesi: Il contratto di inserimento ed il CFL nel decreto legislativo 276/03, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Antonio Sulis Contatta »

Composta da 109 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2700 click dal 26/04/2005.

 

Consultata integralmente 18 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.