Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Modelli dinamici di pianificazione strategica delle risorse negli ambulatori ospedalieri

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 5. Patrimonio e contabilità 5.[…]le regioni emanano norme per la gestione economico finanziaria e patrimoniale delle unità sanitarie locali e delle aziende ospedaliere, informate ai principi di cui al codice civile e prevedendo: b) l’adozione del bilancio economico pluriennale di previsione nonché del bilancio economico annuale relativo all’esercizio successivo; c) la destinazione dell’eventuale avanzo e le modalità di copertura degli eventuali disavanzi di esercizio; d) la tenuta di una contabilità analitica per centri di costo e responsabilità che consenta analisi comparative dei costi, dei rendimenti e dei risultati; e) l’obbligo delle unità sanitarie locali e delle aziende ospedaliere di rendere pubblici, annualmente, i risultati delle proprie analisi dei costi, dei rendimenti e dei risultati per centri di costo e responsabilità;[…] TITOLO 2 9-bis. Sperimentazioni gestionali 1. La conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, autorizza programmi di sperimentazione aventi a oggetto nuovi modelli gestionali che prevedano forme di collaborazione tra strutture del Servizio sanitario nazionale e soggetti privati, anche attraverso la costituzione di società miste a capitale pubblico e privato. 2. Il programma di sperimentazione è proposto dalla regione interessata, motivando le ragioni del progetto gestionale, di miglioramento della qualità dell’assistenza e di coerenza con le previsioni del Piano sanitario regionale ed evidenziando altresì gli elementi di garanzia[…] Altro elemento peculiare previsto dalla riforma è la disposizione di un piano strategico, denominato Piano Sanitario Nazionale, della durata di 3 anni, in cui si individuano i livelli essenziali di assistenza e le risorse finanziarie necessarie. Alla sua preparazione partecipano anche le regioni

Anteprima della Tesi di Andrea Ardemagni

Anteprima della tesi: Modelli dinamici di pianificazione strategica delle risorse negli ambulatori ospedalieri, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Andrea Ardemagni Contatta »

Composta da 140 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3198 click dal 28/04/2005.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.