Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il finanziamento dell'Unicef: il ruolo del settore privato

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

In questo modo è stato possibile contestualizzare la contribuzione volontaria all’interno del più generale tema del finanziamento delle organizzazioni internazionali richiamando l’attenzione sia sulla sua marginalità, perché viene utilizzata dalle organizzazioni internazionali che se ne avvalgono come integrativa rispetto alla contribuzione obbligatoria, sia sulla sua importanza per le attività di cooperazione allo sviluppo, dal momento che è l’unica fonte di finanziamento per questo tipo di interventi. Al riguardo, l’esame delle caratteristiche di questa modalità contributiva ha reso necessaria l’analisi dei meccanismi attraverso i quali le Nazioni Unite raccolgono le risorse finanziarie così reperite, che non compaiono nel bilancio ordinario, e dei tentativi di renderne l’afflusso sicuro e stabile nel tempo, senza alterare il principio della volontarietà. In questo contesto, è stato necessario richiamare l’attenzione sulle caratteristiche della cooperazione economica e sociale mettendo in evidenza alcuni risvolti, di carattere politico ed economico, che influiscono non solo sulla quantità di risorse finanziarie offerte dagli Stati membri, ma anche sulla destinazione dei fondi che, sempre più spesso, rispondono alle esigenze di politica estera degli Stati donatori. Lo scopo del presente studio è quello di evidenziare il ruolo del settore privato nel finanziamento delle attività di cooperazione allo sviluppo realizzate dal sistema delle Nazioni Unite a partire dalla considerazione delle differenze esistenti fra questi due soggetti, che rendono necessaria una regolamentazione dei rapporti di partnership, delle diverse forme di collaborazione avviate e, in modo particolare, della possibilità di trovare dei punti in comune che possano realmente avvicinare il mondo dell’impresa a condividere gli obiettivi della cooperazione economica e sociale sanciti dalla Carta delle Nazioni Unite e dalle numerose iniziative internazionali in materia. A questo proposito verrà analizzata l’esperienza del Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia che rappresenta un importante esempio di organismo multilaterale interamente finanziato dalla contribuzione volontaria di provenienza pubblica e, in maniera crescente, privata. 2

Anteprima della Tesi di Daniele Petricca

Anteprima della tesi: Il finanziamento dell'Unicef: il ruolo del settore privato, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Daniele Petricca Contatta »

Composta da 216 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2706 click dal 29/04/2005.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.