Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

“Isomorfismo ed adattamento organizzativo; l’applicazione alla popolazione d’alberghi della Val Badia e del Bacino Termale Euganeo”.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 INTRODUZIONE 1-La selezione e l’adattamento secondo Charles Darwin. La visione ultradattamentista stabilisce che il mondo esterno pone certi problemi che gli organismo devono risolvere e che l’evoluzione mediante selezione naturale è il meccanismo che crea queste soluzioni via via sempre migliori rispetto al problema: il risultato finale è la condizione di essere adattato. Questo gli obiettivi del darwinismo: - dimostrare il dato di fatto dell’evoluzione; - promuovere la teoria della selezione naturale come il meccanismo più importante dell’evoluzione; Per quanto riguarda il primo obiettivo, Darwin ha trionfato sul creazionismo americano di estrema destra anche se già ai suoi tempi il darwinismo era adesione alla teoria darwiniana dell’evoluzione. Intorno al 1860, darwinismo significava soprattutto rifiuto della creazione speciale e ammissione della non-costanza della specie e teoria della discendenza comune dalla scimmia, oltre all’inclusione dell’uomo nel regno animale. Quando a quell’ epoca qualcuno attaccava il darwinismo, quindi, lo faceva soprattutto per difendere il creazionismo e la teologia naturale. Darwin ribadì la sua decisa opposizione alla creazione speciale come possibile spiegazione dei fenomeni. Difendeva, invece, un’interpretazione materialistica cioè naturale della diversità del mondo vivente e della sua storia: tutti i fenomeni per cui la spiegazione si era invocata la creazione speciale, potevano essere spiegati più razionalmente con la sua teoria della discendenza comune esposta nella: “ ORIGINE DELLA SPECIE”. Oggi l’evoluzione, come dato di fatto, è ampiamente accettata e nella scienza non esiste un’altra conclusione che offra evidenze più convincenti. Darwin è, quindi riuscito a raggiungere quello che è il suo secondo scopo: “La selezione naturale è senz’altro una causa primaria dell’evoluzione”, come conferma la teoria e dimostrano innumerevoli esperimenti, ma la

Anteprima della Tesi di Stefania Caria

Anteprima della tesi: “Isomorfismo ed adattamento organizzativo; l’applicazione alla popolazione d’alberghi della Val Badia e del Bacino Termale Euganeo”., Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Stefania Caria Contatta »

Composta da 102 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1025 click dal 08/06/2005.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.