Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I contratti d'appalto di opere pubbliche: profili problematici attinenti alle ipotesi di invalidità e nuove prospettive nel risarcimento del danno alle imprese.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 CAPITOLO II LA TESI DELL’ANNULLABILITA’. 1. L’annullabilità del contratto nella prospettiva giurisprudenziale. L’annullabilità del contratto, a seguito dell’annullamento di uno degli atti della fase amministrativa di evidenza pubblica, è la tesi tradizionalmente sostenuta dalla Corte di Cassazione, che trova conferma in diverse sentenze, statuenti su controversie relative a fattispecie contrattuali anche diverse dall’appalto di opere pubbliche, e tutte volte a sostenere l’annullabilità ex art.1441 cod.civ. L’evidenza pubblica, del resto, è uno schema(1) entro cui sussumere la maggior parte dei contratti dello Stato e degli enti pubblici territoriali e, in particolare, i contratti d’appalto per l’esecuzione di opere pubbliche(2). Le argomentazioni svolte dalla Suprema Corte, pertanto, pur riferendosi a tipi contrattuali molte volte diversi dall’appalto, e riguardanti, per esempio, i cosiddetti contratti “attivi”, da cui la p.a. ricava un utile in denaro, sono comunque estensibili all’appalto di lavori pubblici, essendo identica, pur nelle diverse fattispecie contrattuali, la procedura amministrativa attraverso la quale vengono acquisiti gli interessi pubblici rilevanti nel caso concreto (deliberazione di contrattare, svolgimento di una pubblica gara per la selezione del contraente privato della pubblica amministrazione, aggiudicazione del contratto al privato prescelto, eventuale successiva stipulazione del contratto, e approvazione del medesimo) e che “doppia” il momento prettamente contrattuale. (1) In questo senso M. S. Giannini, “Diritto amministrativo”, I, Milano, 1970, 658 ss. (2) Qualifica l’appalto di opere pubbliche come contratto di diritto pubblico, sulla base del peculiare rilievo che nella specie assume la funzione pubblica, L. V. Moscarini, “Profili civilistici del contratto di diritto pubblico”, Milano, 1988, 69.

Anteprima della Tesi di Francesca Familiari

Anteprima della tesi: I contratti d'appalto di opere pubbliche: profili problematici attinenti alle ipotesi di invalidità e nuove prospettive nel risarcimento del danno alle imprese., Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Francesca Familiari Contatta »

Composta da 141 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3925 click dal 05/05/2005.

 

Consultata integralmente 22 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.