Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I contratti d'appalto di opere pubbliche: profili problematici attinenti alle ipotesi di invalidità e nuove prospettive nel risarcimento del danno alle imprese.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 Il diffondersi della gestione di attività di tipo economico da parte delle amministrazioni pubbliche ha arricchito ulteriormente il quadro: basti pensare agli enti pubblici economici, che utilizzano soltanto atti giuridici di diritto privato. Si discute, oltretutto, se il diffondersi degli istituti disciplinati dal diritto civile, nell’ambito dell’attività istituzionale della p.a., sia una tendenza da incoraggiare o meno. Certamente lo strumento negoziale, rispetto al provvedimento, garantisce maggiore snellezza ed efficacia all’azione amministrativa, e svolge, oltretutto, una funzione di prevenzione dei conflitti, basato com’è sulla ricerca del consenso con i soggetti privati di volta in volta interessati. Tuttavia il contratto sembra di per sé inidoneo ad una verifica circa la sua conformità al pubblico interesse. Infatti, mentre l’atto amministrativo può essere investito del sindacato di legittimità da parte del giudice amministrativo, onde verificare che non sia stato adottato in violazione di legge, o da un organo incompetente, o per fini diversi rispetto a quelli previsti dalla norma attributiva del potere, questo controllo (almeno per quanto concerne il profilo da ultimo menzionato, vale a dire l’eccesso di potere), non sembra poter essere esteso anche all’atto negoziale di diritto privato. Il contratto, infatti, è sicuramente valido ove persegua una causa lecita, non rilevando la sua idoneità al perseguimento del pubblico interesse conforme al potere di cui è investita la p.a. a norma di legge(2). (2) Di contrario avviso è M. Dugato, “Atipicità e funzionalizzazione nell’attività amministrativa per contratti”, Milano, 1996, 65, il quale sostiene che l’invalidità dell’atto negoziale concluso da un ente pubblico in violazione delle finalità previste dalla legge discenderebbe, aldilà di un’esplicita previsione di nullità, dall’art. 1418 cod.civ., inteso quale norma generale che consente di affermare la vincolatività del principio di funzionalità nell’ambito dell’attività privatistica dell’amministrazione.

Anteprima della Tesi di Francesca Familiari

Anteprima della tesi: I contratti d'appalto di opere pubbliche: profili problematici attinenti alle ipotesi di invalidità e nuove prospettive nel risarcimento del danno alle imprese., Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Francesca Familiari Contatta »

Composta da 141 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3925 click dal 05/05/2005.

 

Consultata integralmente 22 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.