Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I contratti d'appalto di opere pubbliche: profili problematici attinenti alle ipotesi di invalidità e nuove prospettive nel risarcimento del danno alle imprese.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 Venendo ora all’analisi, che in questa sede particolarmente interessa, della categoria del contratto ad evidenza pubblica(6), si tratta di un modello al quale possono ricondursi gran parte dei contratti stipulati dallo Stato e dagli enti pubblici territoriali, tra cui il contratto d’appalto di opere pubbliche. Tale modello prevede una fase procedimentale a rilevanza pubblicistica, costituita da atti autoritativi della p.a., e un successivo contratto che si ritiene, generalmente, disciplinato dalle norme civilistiche. La fase procedimentale pubblicistica si atteggia, dunque, in questa prospettiva, ad una sorta di presupposto costitutivo del contratto. Le questioni problematiche sollevate dalla categoria dell’evidenza pubblica, attengono, essenzialmente, alla qualificazione del tipo di connessione tra la fase procedimentale pubblicistica (costituita da una deliberazione di contrattare, dalla pubblicazione di un bando di gara, dall’aggiudicazione del contratto e infine dalla sua eventuale approvazione) e il successivo contratto. Particolari perplessità si pongono nell’individuare le conseguenze che l’annullamento, giurisdizionale o in via di autotutela dell’amministrazione, di uno degli atti che concretano la cosiddetta fase dell’evidenza pubblica, produce sul contratto già stipulato. (6) La teoria dell’evidenza pubblica risale a M. S. Giannini, “Diritto amministrativo”, Milano, 1970, I, 677 ss., il quale distingue tra contratti di diritto comune o ordinari (disciplinati dal diritto comune dei privati anche se una delle parti è un ente pubblico); contratti speciali, disciplinati da norme di diritto privato singolare, e contratti di diritto pubblico, che possono essere conclusi soltanto da pubbliche amministrazioni. L’autore individua, poi, la categoria particolare dei contratti ad evidenza pubblica, la quale configura una sorta di schema al quale è possibile ricondurre sia i contratti ordinari che quelli speciali e di diritto pubblico. L’evidenza pubblica si caratterizza per la previsione di un procedimento amministrativo, predeterminato dalla legge, attraverso il quale l’ente perviene alla formazione della propria volontà contrattuale e alla scelta del privato contraente.

Anteprima della Tesi di Francesca Familiari

Anteprima della tesi: I contratti d'appalto di opere pubbliche: profili problematici attinenti alle ipotesi di invalidità e nuove prospettive nel risarcimento del danno alle imprese., Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Francesca Familiari Contatta »

Composta da 141 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3925 click dal 05/05/2005.

 

Consultata integralmente 22 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.