Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il corpo ingannato tra metafisica e tecnologia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 Al di fuori di questa visione dell’uomo, si ha sempre difficoltà a nominare il corpo umano. Mancano termini adeguati ad esprimere un concetto quale è quello di mon corps introdotto da Merleau-Ponty. D’altra parte questa mancanza non è riferibile unicamente alla lingua italiana. Se è vero che il tedesco distingue tra “Leib” e “Körper”, è altresì vero che nel linguaggio parlato si utilizza con molta più frequenza il secondo, che è di fatto identico al “Corpo” italiano. “Leib” suona più come un arcaismo, o un espressione d’ambito religioso (in cui Körper è meno usato: Leib des Herrn sta per “Corpo di Cristo”). Non solo: sebbene sia possibile utilizzarlo per esprimere la concezione fenomenologica del corpo, in virtù della sua accezione di “carne”, di corpo vivo, si tratta pur sempre di un’adeguazione. Esso assume, oltre al significato di “corpo”, quello di “busto”, “ventre”, “stomaco”, “pancia”, “grembo”, nonché “scafo”, esattamente come in italiano 22 . Lo si utilizza anche nell’espressione “Leib und Seele” (“anima e corpo”) 23 . Manca l’accezione di “oggetto naturale in generale”, per cui è chiaro che sia preferito a “Körper” per indicare il corpo proprio, il mon corps; tuttavia il termine in se stesso non è sufficiente ad uscire dalla concezione di corpo in quanto contenitore, involucro, guscio – “scafo”. Si può dire che il suo significato specifico è quello di “corpo” in quanto contrapposto ad “anima”. Dunque “Leib” è sì il termine più vicino alla concezione fenomenologica del corpo, ma solo perché ne manca uno veramente appropriato. Inoltre, il fatto che i tedeschi usino di preferenza il termine “Körper” proprio per indicare il corpo umano, sottolinea quanto questo sia prevalentemente concepito come oggetto, come ciò che cade sotto i nostri sensi. 22 Cfr. supra, nota 5. 23 Cfr. Centro Lessicografico Sansoni, Dizionario Tedesco-Italiano, Italiano-Tedesco, Rizzoli Larousse 2002.

Anteprima della Tesi di Diego Rossi

Anteprima della tesi: Il corpo ingannato tra metafisica e tecnologia, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Diego Rossi Contatta »

Composta da 219 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8138 click dal 03/05/2005.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.