Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La grazia: potere presidenziale e controfirma ministeriale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 Nella sua evoluzione storica l’istituto è stato al centro di un complesso dibattito circa la sua opportunità giuridica: c’è stato, da un lato, chi ha ritenuto che, in una legislazione equa e perfetta, il potere di concedere grazie rappresenti una tacita disapprovazione della legge, il cui esercizio si svolge su un piano di discrezionalità andando così a scuotere la certezza della legge e la fiducia nella sua imparzialità; d’altro lato, non è mancato chi ha considerato con favore l’istituto come uno strumento di volta in volta utilizzato per correggere le pene eccessive o errate, per rivalutare i meriti del delinquente o per mitigare i rigori ingiusti della legge sul presupposto che nella prassi legislativa non è possibile contemplare un trattamento assolutamente individualizzato. La grazia si configura, quindi, come un intervento eccezionale, che introduce una deroga ai principi costituzionali in materia penale di legalità, di

Anteprima della Tesi di Raffaella Mattioni

Anteprima della tesi: La grazia: potere presidenziale e controfirma ministeriale, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Raffaella Mattioni Contatta »

Composta da 154 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9071 click dal 03/05/2005.

 

Consultata integralmente 51 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.