Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La grazia: potere presidenziale e controfirma ministeriale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

17 Un esercizio del potere di grazia con questa finalità comporta un inevitabile ancoraggio ai principi di certezza del diritto e al principio di uguaglianza, una progressiva tendenza alla procedimentalizzazione dell’istituto, un puntuale riferimento al reato commesso, alla personalità del reo, al suo recupero 18 , all’esecuzione della pena e a tutti gli elementi intrinseci al rapporto tra lo Stato e chi è soggetto alla potestà punitiva 19 . Da una diversa prospettiva, l’istituto della grazia può presentarsi esclusivamente con finalità politiche; in questo caso, il dato caratteristico è costituito proprio dall’assenza di finalità determinabili in via 18 In conformità a quanto stabilito dall’art. 27, 3° co., Cost., dove si afferma che le pene “devono tendere alla rieducazione del condannato”, nel senso di una sua tendenziale risocializzazione. Cfr. Guiglia G., “Spunti e interrogativi sull’esercizio del potere di grazia”, in op. cit., p. 576. 19 Cfr. Selvaggi E., “Una storia infinita: la grazia a Curcio”, in op. cit., p. 785 ss.

Anteprima della Tesi di Raffaella Mattioni

Anteprima della tesi: La grazia: potere presidenziale e controfirma ministeriale, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Raffaella Mattioni Contatta »

Composta da 154 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9067 click dal 03/05/2005.

 

Consultata integralmente 51 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.