Tecnologie e Metodologie per la Sicurezza negli Spazi Underground

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 GRANDI STRUTTURE TECNOLOGICHE - Strutture collegate con impianti di produzione di energia - Stazioni di telecomunicazioni - Strutture per centri di ricerca - Impianti per il trattamento delle acque - Grandi depositi (magazzini, depositi a bassa temperatura, archivi, depositi di aria compressa) - Tunnel collegati ad impianti idroelettrici (condotte forzate, impianti di spillamento) - Inceneritori - Depositi per l’immagazzinamento dei rifiuti - Impianti industriali - Tunnel di servizio (per cavi elettrici, reti di telecomunicazioni, acque luride) INFRASTRUTTURE DI TRASPORTO - Gallerie stradali, ferroviarie e metropolitane, stazioni, depositi - Tunnel sottomarini - Parcheggi per autoveicoli - Aree pedonali - Impianti funicolari STRUTTURE CIVILI DESTINATE AD ALLOGGIO LAVORO, ATTIVITA’ CULTURALI E RICREATIVE - Appartamenti ed alberghi - Laboratori - Centri commerciali - Cantine - Scuole - Ospedali - Cinema, teatri, biblioteche, banche, ristoranti, chiese, sale riunioni. STRUTTURE MILITARI - Centri strategici (di comando, telecomunicazioni ecc.) - Depositi di armi e munizioni - Hangar per aeroplani, navi, sottomarini ed altri veicoli - Rifugi antiatomici - Strutture di difesa MINIERE - Cave e miniere Tabella 1 – Tipologie di destinazione d’uso degli spazi sotterrane

Anteprima della Tesi di Alessandro Amendola

Anteprima della tesi: Tecnologie e Metodologie per la Sicurezza negli Spazi Underground, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Alessandro Amendola Contatta »

Composta da 290 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1530 click dal 04/05/2005.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.