Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La banca e la comunicazione pubblicitaria. Caso aziendale: Monte dei Paschi di Siena S.p.a.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

19 -La comunicazione d’impresa e il sistema bancario italiano- A questa privatizzazione formale è seguita in molti casi una privatizzazione sostanziale attraverso il collocamento azionario (anche se parziale) presso i privati. Il conseguimento di economie di scale e di scopo (la cui esistenza è peraltro molto discussa) ha spinto molte banche ad intraprendere operazioni di fusione, importanti soprattutto per il raggiungimento di dimensioni maggiormente idonee per competere sui mercati internazionali. A tutto ciò vanno aggiunte altre importanti modifiche relative da un lato all’organizzazione e all’operatività delle banche dall’altro ai rapporti tra banche italiane e banche comunitarie. Per il primo punto gli istituti di credito possono scegliere tra banca universale, banca specializzata e gruppo polifunzionale sulla base del D.lgs. 481/92, mentre per ciò che riguarda il secondo aspetto la direttiva comunitaria 646/89 ha accolto il principio del mutuo riconoscimento, che ha notevolmente semplificato le procedure per l’accesso all’attività bancaria in Italia da parete dei soggetti creditizi non italiani. Importanti cambiamenti sono avvenuti anche in ambito economico. Il progressivo restringimento della forbice tra i tassi d’interesse attivi e passivi, per porre il nostro Paese in linea con i parametri della Unione Europea, ha ridotto il “margine d’interesse” delle banche e le spinte ad incrementare altre attività come quelle relative alla prestazione di servizi (in particolare il “risparmio gestito”) nelle quali, peraltro, risulta essere sempre maggiore la concorrenza anche da parte di soggetti non bancari.

Anteprima della Tesi di Floriana Curatella

Anteprima della tesi: La banca e la comunicazione pubblicitaria. Caso aziendale: Monte dei Paschi di Siena S.p.a., Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Floriana Curatella Contatta »

Composta da 174 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5848 click dal 18/05/2005.

 

Consultata integralmente 29 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.