Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La banca e la comunicazione pubblicitaria. Caso aziendale: Monte dei Paschi di Siena S.p.a.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 -La comunicazione d’impresa e il sistema bancario italiano- Affinché la comunicazione sia efficace è necessario pertanto che si determinino con precisione i destinatari del messaggio e la risposta che si vuol ottenere dagli stessi, tenendo conto del campo di esperienza dei destinatari che influisce sulla decodifica del messaggio, scegliendo i media idonei ed i tempi giusti per raggiungere i destinatari. Infine sarebbe opportuno valutare i feedback per intervenire ed eventualmente modificare i successivi messaggi. Possiamo sintetizzare nella frase di K.Jasper (“Tutto ciò che non si realizza nella comunicazione non esiste”) quale importanza abbia assunto nel mondo moderno la comunicazione. Nel giro di pochi anni, grazie a tecnologie altamente innovative (radio, televisione, personal computer, telefono cellulare, ecc.), si è assistito ad un intensificarsi dei “contatti” in ambito sociale che inevitabilmente ha avuto delle importanti ripercussioni economiche. Grazie a ciò che è stato definito come la ‘morte della distanza’, le imprese hanno la possibilità di essere sempre più vicine ai propri stake holders 4 interni (dirigenti, impiegati, operai, venditori, ecc.) ed esterni (soci, finanziatori, clienti, fornitori, pubblica amministrazione, enti locali, sindacati, ecc.) (figura 2). La comunicazione, quindi, sia interna che esterna, ben lungi dall’essere un elemento opzionale, un “orpello”, deve essere considerata un importante strumento che il management ha non solo “per il raggiungimento degli obiettivi dell’impresa (il “fine comune”) ma anche per la gestione del fattore umano oltre che per ridurre ostacoli e incomprensioni con la comunità e con le forze sociali e politiche” 4 . 4 Stake holder è un portatore di interessi. 4 Damascelli N., Norsa L., Come fare comunicazione d’impresa, pag.235.

Anteprima della Tesi di Floriana Curatella

Anteprima della tesi: La banca e la comunicazione pubblicitaria. Caso aziendale: Monte dei Paschi di Siena S.p.a., Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Floriana Curatella Contatta »

Composta da 174 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5848 click dal 18/05/2005.

 

Consultata integralmente 29 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.