L'organizzazione e la gestione dell'attività crocieristica: il caso Costa Crociere

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1. La nascita dell’ industria crocieristica e lo sviluppo del mercato 7 L’ organizzazione e la gestione dell’attività crocieristica: il caso Costa Crociere Nei primi anni sessanta, tuttavia, il settore del trasporto marittimo entra in una profonda crisi che obbliga le compagnie a rivedere la tradizionale concezione delle navi. Sono soprattutto i collegamenti tra le due sponde dell’ Atlantico a subire la maggior perdita di passeggeri 2 , causata da un insieme di fattori sociali, tecnologici ed economici. La riduzione notevole dei flussi migratori verso le Americhe unitamente alla comparsa operativa dei grandi aerei quadrigetto che consentivano di trasvolare l’Atlantico in poche ore sono state le cause principali di questa profonda crisi. Contemporaneamente, la chiusura del Canale di Suez costringe le compagnie a modificare profondamente le tradizionali rotte verso l’Oriente, organizzandosi per la forzata circumnavigazione del continente africano per raggiungere mete quali l’Australia e l’Oceano Indiano, con un aumento dei costi e dei tempi di percorrenza sempre meno accettabili a fronte del progressivo affermarsi del trasporto aereo di massa. È proprio in quegli anni che nasce l’industria crocieristica, così come la intendiamo oggi (figura 1.1). 2 Il traffico via mare tra Europa e Nord America ha raggiunto il suo picco tra il primo e il secondo decennio del ‘900, e più precisamente nel 1913 toccando quota 2.570.000 passeggeri. Ha successivamente vissuto una fase di crisi a cavallo dei due conflitti mondiali, per poi riprendersi nell’ immediato dopoguerra, passando da un numero di 637.176 passeggeri, nel 1948, a 1.036.923 nel 1957. Intorno al 1960 però il trasporto via mare entra in una crisi irreversibile: tra il 1959 e il 1968 il numero di passeggeri passa da 880.000 a 375.000 unità (V.D. Flore, 1979, pag.63 nota 7 e pag.286 nota 39).

Anteprima della Tesi di Salvatore L'abbate

Anteprima della tesi: L'organizzazione e la gestione dell'attività crocieristica: il caso Costa Crociere, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Salvatore L'abbate Contatta »

Composta da 184 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 14403 click dal 11/05/2005.

 

Consultata integralmente 52 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.