Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'attività consultiva delle commissioni nel procedimento legislativo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 due collegi, che è alla base dell'attività ausiliaria. 3 Nella funzione legislativa sono dunque individuabili elementi tipici della consulenza e dei pareri riscontrabili sul terreno della funzione amministrativa. La stessa tipologia di questi ultimi riflette la classificazione conosciuta dal diritto pubblico che distingue fra pareri facoltativi, obbligatori e vincolanti. Facoltativi sono quei pareri stabiliti dal Presidente d'Assemblea sulla base della propria valutazione discrezionale, quando un progetto, pur riguardando essenzialmente materie di competenza di una singola commissione, investe anche profili riguardanti competenze attribuite ad altre commissioni (art. 73 reg. Cam.; art. 38 reg. Sen.). Si definiscono pareri obbligatori quelli che, previsti dai regolamenti e dalla prassi ormai consolidata, 3 Cfr. Elia L., “Le commissioni parlamentari italiane nel procedimento legislativo”, in Arch. giur., 1961, p. 64.

Anteprima della Tesi di Massimo Marciano

Anteprima della tesi: L'attività consultiva delle commissioni nel procedimento legislativo, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Massimo Marciano Contatta »

Composta da 203 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1722 click dal 18/05/2005.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.