Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Ungaretti traduttore di Góngora. Nell'officina del traduttore-poeta

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 I GÓNGORA E L’ITALIA: LA CRITICA DAGLI ANNI TRENTA AI GIORNI NOSTRI Gli anni ’40 furono senza dubbio i più fertili per la nascita ed il rinvigorimento del gongorismo in Italia, battistrada un Polifemo 1 tradotto da A. R. Ferrarin nel 1936. L’editore parmense Guanda nel 1942 pubblica (in Luis de Góngora y Argote, Poesie con testo a fronte, versione e introduzione di Mario Socrate) 14 tra i più letti sonetti di Luis de Góngora; nel 1944 Bernardo Sanvisenti dà alle stampe una versione in prosa delle Soledades 2 ; il 1948 vede Sergio Solmi introdurre una traduzione di Gabriele Mucchi 3 ), e Leone Traverso tradurre i Sonetti 4 , nello stesso anno in cui Giuseppe Ungaretti fissava in Vita d’un uomo. Da Góngora e da Mallarmé 5 i suoi travagli poetici di più di un decennio di traduzioni dallo stesso poeta spagnolo 6 . 1 GÓNGORA, La favola di Polifemo, versione metrica di A. R. Ferrarin, Baruffaldi, Mantova 1936. 2 B. SANVISENTI, Le Soledades del Góngora, studio testo e versione, Principato, Milano- Messina 1944. 3 GÓNGORA, Sonetti e frammenti, tradotti da Gabriele Mucchi, Meridiana, Milano 1948. 4 LUIS DE GÓNGORA, Sonetti, a cura di Leone Traverso, Cederna, Milano 1948 (ne esiste una riedizione con presentazione e note di Oreste Macrì, Passigli, Firenze 1993). 5 G. UNGARETTI, Vita d’un uomo. VI. Da Góngora e da Mallarmé, Mondadori (I poeti dello “Specchio”), Milano 1948. 6 Traduzioni ungaretttiane da Góngora, già apparse su «L’Italiano» di Bologna,XII, giugno 1932 (sette sonetti) e sulla «Gazzetta del Popolo» nel 1933 (due strofe della Fábula de Polifemo y Galatea) , erano state riunite nel volume Traduzioni, Novissima, Roma 1936 (nsieme a versioni da Saint-John Perse, William Blake, Essenin, Jean Paulhan, Affrica: due canti popolari africani).

Anteprima della Tesi di Monica Maria Savoca

Anteprima della tesi: Ungaretti traduttore di Góngora. Nell'officina del traduttore-poeta, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Monica Maria Savoca Contatta »

Composta da 122 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4189 click dal 07/06/2005.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.