Skip to content

Storia diplomatica della questione cipriota e sua incidenza sui rapporti euro-turchi

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
V Nel rendere conto delle varie fasi e delle diverse posizioni assunte dalle parti si è cercato di coniugare un approccio di dettaglio a un’attenzione particolare all’interazione fra la dinamica del negoziato intercomunitario-onusiano e quella delle relazioni euro-greco- turche. Il quarto capitolo è stato quindi dedicato a inquadrare la questione alla luce di quelle stesse spinte che, a livello internazionale, ne avevano prodotto l’esito, così come con il primo accordo al vertice fra l’arcivescovo Makarios e il leader turco-cipriota Denktash si registra la prima ridefinizione delle posizioni di entrambe le parti indotta dal significativo cambiamento della realtà sul terreno. Nel quinto capitolo si è voluto invece sottolineare, in particolare, come l’asimmetria originaria del confronto intercomunitario, funzionale al mantenimento dell’“equilibrio armato” fra Grecia e Turchia, abbia non solo assicurato una costante impasse quanto soprattutto una sostanziale incomunicabilità fra le parti. Mentre infatti la leadership di Kyprianou era decisa a ridurre al minimo l’influenza del dato di fatto della spartizione, la politica di Denktash era al contrario volta a preservare, incrementare e stabilizzare i risultati prodotti dallo sbarco turco del 1974. Il sesto capitolo analizza dunque il grave stallo raggiunto dal confronto cipriota e il suo graduale superamento grazie all’allentamento della ferrea logica bipolare e all’ingresso della Grecia nella CEE. La terza parte della tesi analizza quindi il cosiddetto “effetto catalizzatore” della duplice candidatura alla UE di Turchia e Cipro sul negoziato intercomunitario, cercando di rendere pienamente conto delle diverse implicazioni che la simultanea candidatura dei due Paesi ha avuto sullo sviluppo della questione cipriota sia in forma diretta sia attraverso il complesso nodo dei rapporti euro-turchi. Con l’ingresso sulla scena di un “attore complesso” come l’Europa la questione cipriota acquisisce infatti un grado di multidimensionalità senza precedenti. La fitta rete di rapporti, pesi e contrappesi, scambi, equilibri e geometrie variabili all’interno della quale la questione cipriota viene proiettata fanno infatti in modo che il destino di Cipro da un lato si imbibisca di tutte quelle frizioni e contraddittorietà che un quadro così complesso inevitabilmente produce e dall’altro costituisca un fastidioso elemento di disturbo all’interno di meccanismi per altri versi soddisfacentemente oliati. Il settimo capitolo mostra allora come nel periodo fra la domanda d’adesione (greco)cipriota e l’ultra-prudente risposta della Commissione europea, complice l’impegno americano successivo alla Guerra del Golfo, il confronto intercomunitario abbia segnato una forte accelerazione, seguita tuttavia da una brusca frenata in seguito alle perplessità diffuse a livello europeo circa il futuro della “double candidature”. Nell’ottavo capitolo si analizzano pertanto gli effetti che la faticosa ricerca di un’equilibrata politica europea nei confronti della Turchia e di Cipro ha avuto sul mancato sviluppo del dialogo intercomunitario. Il “compromesso” storico del marzo 1995 (negoziati d’adesione euro-ciprioti contro unione doganale euro-turca), le conclusioni del Consiglio europeo di Lussemburgo (stralcio della candidatura turca) e quelle di Helsinki (ingresso della sola “Cipro Sud” e accoglimento della candidatura turca) hanno avuto infatti l’effetto di paralizzare le potenzialità insite nell’effetto catalizzatore della duplice candidatura, trasformato in fattore di statica attesa. Nel nono capitolo si rende infine conto del più recente tentativo di soluzione complessiva del conflitto cipriota, seguito all’equilibrio raggiunto a Helsinki e fallito una prima volta a causa della mancata stabilizzazione di questo equilibrio (rinvio al dicembre 2004 della decisione europea sulla candidatura turca del vertice di Copenhagen) e una seconda volta per il mancato incontro fra l’imminente ingresso di Cipro nella UE e le aspettative dei greco-ciprioti.
Anteprima della tesi: Storia diplomatica della questione cipriota e sua incidenza sui rapporti euro-turchi, Pagina 3

Preview dalla tesi:

Storia diplomatica della questione cipriota e sua incidenza sui rapporti euro-turchi

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Michele Cavallo
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli studi di Genova
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Internazionali e Diplomatiche
  Relatore: Danilo Veneruso
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 198

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi