Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Conoscenze, atteggiamenti e sentimenti intorno ai pari in condizioni di disabilità. Uno studio nella scuola elementare

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 Successivamente gli autori hanno messo in relazione sistemi di valori e aspettative, studiando ragazzi di nove, tredici, sedici anni. I ragazzi di nove anni fanno riferimento a valori quali la simpatia, la generosità, la gentilezza e la mancanza di aggressività. Per i ragazzi di tredici anni l’amicizia è caratterizzata da lealtà e spontaneità. Nei ragazzi di sedici anni si ritrova una concezione di amicizia che concerne una profonda lealtà, soprattutto nei confronti delle confidenze fatte; compare anche un’aumentata consapevolezza dell’importanza di avere buoni amici. Selman, (1980) 5 ha studiato lo sviluppo del concetto di amicizia nei bambini come un concetto sociale che riflette le abilità di saper assumere la prospettiva degli altri. L’autore ha utilizzato l’intervista clinica che consiste nel raccontare una storia al bambino per poi rivolgere una serie di domande sui suoi personaggi ed ha individuato quattro livelli nello sviluppo della concezione di amicizia. A livello 0 (fino a sette anni circa), l’amicizia è un rapporto momentaneo con un compagno di giochi o un bambino che vive nei dintorni; l’attenzione non è ancora centrata sui sentimenti che l’amicizia produce ma, piuttosto, sulle circostanze materiali in cui l’incontro si verifica. Un bambino può essere considerato amico semplicemente perchè si desidera giocare con i suoi giocattoli. A livello 1 (fino a nove anni circa), emergono le nozioni di reciprocità e intersoggettività e gli aspetti caratteristici dell’amicizia divengono l’avere interessi comuni, condividere attività piacevoli e opinioni, insieme alla consapevolezza che gli altri hanno punti di vista personali. A livello 2 (fino a dodici anni circa), ciascun partner della relazione è in grado di tener conto dell’altro, della sua soggettività e si verificano reciproche valutazioni su opinioni, atteggiamenti, desideri e bisogni, e su ciò si fonda la possibilità di una fiducia reciproca. Il rapporto però è fragile: facilmente, se si è in disaccordo, l’amicizia si rompe. A livello 3 (dai quattordici anni circa), l’amicizia è una relazione solida, basato su un legame affettivo reso forte e stabile da interesse e fiducia reciproca. Si può pensare così, ad una progressiva scala in cui il bambino mostra livelli di consapevolezza dell’amicizia sempre maggiori. 5 Selman, R.L The Growth of Interpersonal Understanding , New York, Academic Press, 1980

Anteprima della Tesi di Moena Pascale

Anteprima della tesi: Conoscenze, atteggiamenti e sentimenti intorno ai pari in condizioni di disabilità. Uno studio nella scuola elementare, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Moena Pascale Contatta »

Composta da 260 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11304 click dal 29/06/2005.

 

Consultata integralmente 26 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.