Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Viaggiare per comprendere: il caso WEP - World Education Progream

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 1. L’EDUCAZIONE INTERCULTURALE 1.1 ORIGINI E SVILUPPO DELL’INTERCULTURALITA’ L’occasione storica, culturale, sociale e politica che ha portato alla nascita e poi allo sviluppo dell’educazione interculturale sono i fenomeni migratori 1 . Il concetto di educazione interculturale è nato in risposta all’emergere di nuovi bisogni sociali, situazioni di disagio e di conflitto e viene affrontato soprattutto da coloro che trattano l’inserimento dei soggetti immigrati nelle realtà lavorative e scolastiche del paese d’accoglienza, cioè da esperti di organizzazioni internazionali, accademici, educatori e insegnanti 2 . Lo sviluppo economico legato ai grandi flussi migratori, durato dagli anni Trenta sino a metà degli anni Settanta, è un processo che investe soprattutto i paesi occidentali e in particolare: - i paesi del nord europeo, caratterizzati dal boom economico che ha provocato il reclutamento di manodopera immigratoria proveniente prevalentemente dal bacino del Mediterraneo (Italia, Spagna, Portogallo, Turchia, Algeria e altri); - quelli storicamente costituiti da immigrati, che devono la loro nascita e il loro sviluppo proprio alla componente immigrante, come gli Stati Uniti, il Canada e l’Australia; - infine quelli caratterizzati dal flusso migratorio post-coloniale, come le Francia, la Gran Bretagna e l’Olanda che accoglievano in quegli anni un gran numero di immigrati provenienti dalle ex-colonie europee d’oltre mare, in cerca di una promozione economica. La sfida emergente nei paesi sopra citati è dunque quella di studiare le forme più idonee per favorire lo scambio tra la cultura della maggioranza e 1 Susi, F., Come si è stretto il mondo. L’educazione interculturale in Italia e in Europa: teorie, esperienza, strumenti, Armando, Roma, 1999 2 Chang, H. C. A., Checchin, M., L’educazione interculturale : prospettive pedagogico- didattiche degli organismi internazionali e della scuola italiana, LAS, Roma, 1996

Anteprima della Tesi di Michela Calvelli

Anteprima della tesi: Viaggiare per comprendere: il caso WEP - World Education Progream, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo

Autore: Michela Calvelli Contatta »

Composta da 168 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2648 click dal 11/07/2005.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.