Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Poetiche del ritmo. Il rapporto tra musica e parole nella canzone italiana d'autore

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

49 orchestrali [...] usati davvero a sproposito, da tutti, da De Gregori a Toto Cutugno» 17 . Uno strumento che ottiene un enorme successo tra i musicisti in questi anni è una tastiera della Yamaha, la DX7, che ha una quantità enorme di strumenti virtuali in memoria e che per l’epoca si presenta come rivoluzionaria. Essendo diffusissima finisce col comparire in pressoché tutti i dischi degli anni ottanta, caratterizzando il sound del decennio e rendendolo riconoscibilissimo. Volendo fare un quadro generale degli anni ottanta non si può non mettere in evidenza come siano anni piuttosto confusi, che affiancano le influenze rock, jazz e popolari a fenomeni musicali di consumo, come era già avvenuto prepotentemente negli anni sessanta. Non a caso nasce in questo decennio il videoclip, che ha una funzione prevalentemente promozionale. Bisogna pensare inoltre all’importanza sempre maggiore che in questi anni ottengono le multinazionali del disco che, pian piano, acquistano le maggiori case discografiche nazionali e finiscono col proporre a livello mondiale una musica standardizzata su un’unica politica dirigenziale. «Il coinvolgimento di echi stranieri, la globalizzazione musicale, l’apertura allo spettacolo dal vivo, al pubblico portano la canzone d’autore ad una fase di concessione popolare più o meno obbligatoria. La canzone è sempre più comunicazione cioè dare a seconda delle istanze giovanili e non corrompere o disattendere le richieste, alzando di molto il livello della preparazione e del professionismo» 18 . Tra i cantautori degli anni settanta questa consapevolezza è ben presente e non è possibile non farne i conti. Chi ha già conquistato la notorietà si trova dunque a scegliere tra il compromesso con il commercio e la ricerca artistica. Per quello che riguarda la canzone negli anni novanta e in questi primi anni del nuovo millennio, possiamo constatare come l’aspetto industriale abbia fagocitato quello artistico. Se è vero che la canzone ha da sempre fatto i conti con il commercio, è anche vero che ultimamente 17 DE ANGELIS EDOARDO, BENIGNI GUIDO, Scrivere canzoni, Roma, Anthropos 1989. 18 VECCHIONI ROBERTO, Op. cit., pp. 29-30 del capitolo “La canzone d’autore”.

Anteprima della Tesi di Filippo Maria Caggiani

Anteprima della tesi: Poetiche del ritmo. Il rapporto tra musica e parole nella canzone italiana d'autore, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Filippo Maria Caggiani Contatta »

Composta da 151 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 12844 click dal 21/09/2005.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.