Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La valorizzazione degli stakeholders attraverso il bilancio sociale: il caso della Croce Verde di Castelfidardo ONLUS

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

- 21 - componente esecutiva del lavoro. Molto importante per la crescita e lo sviluppo della personalità umana e delle relazioni sociali, secondo Argyris, è il lavoro in gruppo. Riportando un esempio inerente la responsabilità sociale, la redazione di alcuni documenti, come il bilancio sociale, può avvenire coinvolgendo un’intera équipe di collaboratori. Lavorando insieme, le persone hanno maggiore possibilità di interscambiare idee, creatività e innovazione; allo stesso tempo il lavoro appare più gratificante e contribuisce alla crescita psicologica dell’individuo. 18 Infine, sempre nella metà del secolo scorso, Philip Selznick ha teorizzato l’esistenza di una reciproca influenza tra l’organizzazione e l’ambiente. Il contesto esterno viene considerato non solo lo sfondo nel quale l’organizzazione agisce, ma come l’insieme dei centri di potere che operano per condizionare strategie e fini dell’organizzazione. L’ambiente, con le sue forze, è in grado di causare all’interno dell’azienda alcuni effetti inattesi, sia in termini di opportunità che di minacce, per la stessa. Sono opportunità le forze esterne positive per l’azienda, da cogliere per il suo sviluppo; sono minacce o limiti le forze ambientali negative, da fronteggiare per ridurne gli effetti sull’unità aziendale e sulle condizioni della sua esistenza. I valori che contraddistinguono la natura dell’organizzazione permettono di mantenerne l’equilibrio e di difenderne l’identità. Attraverso l’adozione di opportune politiche sociali, coerenti con i valori aziendali, l’organizzazione può cercare di difendersi dall’ambiente e ridurne le influenze negative. 19 Quando si parlerà della dimensione esterna della responsabilità sociale, nel paragrafo dedicato al Libro Verde 20 , il concetto di ambiente e di influenza reciproca con 18 Cfr. Bonazzi. G., La questione industriale. Storia del pensiero organizzativo, cit., pag. 96. 19 La teoria sulle conseguenze inattese provocate dall’ambiente è stata formulata da P.Selznick in seguito ad una ricerca condotta negli anni 1942-43 nella Tennessee Valley Authority (Tva) su commissione del presidente Roosvelt per realizzare un imponente programma di opere pubbliche nella vallata del Tennessee e per migliorare le condizioni di vita delle popolazioni in quel territorio. Cfr. Bonazzi. G., La questione burocratica. Storia del pensiero organizzativo – vol. 2, Franco Angeli editore, Milano, 2002, pagg. 80-91. 20 Cfr. Commissione delle Comunità Europee: il Libro Verde per promuovere un quadro europeo per la responsabilità sociale delle imprese, 2001. Si rinvia, per maggiori approfondimenti, al paragrafo 1.7 dove si parlerà più specificamente di tale pubblicazione.

Anteprima della Tesi di Elena Pesaresi

Anteprima della tesi: La valorizzazione degli stakeholders attraverso il bilancio sociale: il caso della Croce Verde di Castelfidardo ONLUS, Pagina 13

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Elena Pesaresi Contatta »

Composta da 271 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3326 click dal 27/10/2005.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.