Skip to content

Antropologia dell'Erasmus. Partire studenti, vivere sballati, tornare uomini

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
13 entusiasta e si affanna a imparare la lingua del posto prescelto (quasi sempre si compra un paio di cd del nuovo idioma). Comincia a cercare notizie su quella che sarà la sua nuova università, la sua nuova città, la sua nuova casa poi a un certo punto, se non fa parte di quella sparuta minoranza che ha la fortuna di partire con uno o più amici d’infanzia/compagni di merende/università/palestra, fidanzati o parenti vari (insomma un punto d’appoggio, una certezza, un sostegno, qualcuno che beve il caffè dopo pranzo proprio come lui) si accorge che è solo. Non stiamo parlando di solitudine esistenziale nè di spedizioni artiche in solitaria o di esploratori del deserto. Però il nostro amichetto vuole innanzitutto divertirsi e per fare ciò ha bisogno di molti amichetti (Erasmus come lui oppure studenti semplici). Perciò partire da soli, ma proprio soli soli dato che in aereo non vi fanno imbarcare neanche un cane se prima non fate un mutuo, non è bello. Tutti si cercano un compagno di viaggio (sperando di non incontrare proprio quello di De Gregori, se no si complicherà la vita dall’inizio) almeno uno, almeno per fare il viaggio insieme, per dividere l’ostello, per cercare casa, per andare al mare, all’università, vabbè tra un po’ li facciamo sposare questi due compagni di viaggio (ve l’avevo detto di lasciar perdere De Gregori). Comunque il nostro Blob (mi sono scocciata di chiamarlo Erasmus, sarebbe ora di battezzarlo, quasi quasi lo chiamo Filippo) va all’ufficio relazioni internazionali della sua università a preguntare (chiedere) se ci sono altri studenti che vanno come lui nello stesso posto (supponiamo Alicante, sempre per comodità, siamo del Sud) o si fa un giro su CaffèErasmus (la comunità virtuale dei Blob italiani, su questa un gigantesco capitolo a parte, bisogna dimostrare di non aver frequentato inutilmente per cinque anni scienze della comunicazione: la vedo dura) e si sceglie un amichetto, un Blob solo e disperato come lui. Allora si fa il biglietto, si conoscono i compagni di viaggio e si parte (l’ordine delle cose conta poco, stiamo già entrando in una dimensione dove le normali coordinate spazio- temporali cessano di funzionare normalmente). IMPATTO Quando si viaggia si sperimenta in maniera molto più concreta l'atto della Rinascita. Ci si trova dinanzi a situazioni del tutto nuove, il giorno trascorre più lentamente e, nella maggior parte dei casi, non si comprende la lingua che parlano gli altri. E' proprio quello che accade a un bambino appena nato dal ventre materno. Con ciò si è costretti a dare molta più importanza alle cose che ti circondano, perchè da esse dipende la sopravvivenza. Si comincia a essere più accessibili agli altri, perchè gli altri ti possono
Anteprima della tesi: Antropologia dell'Erasmus. Partire studenti, vivere sballati, tornare uomini, Pagina 11

Preview dalla tesi:

Antropologia dell'Erasmus. Partire studenti, vivere sballati, tornare uomini

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Immacolata De Nicola
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Salerno
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Paolo Apolito
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 126

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi