Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il sottotitolaggio dei cartoni animati giapponesi

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 1.1. Cosa sono Accanto alle aziende che si occupano di doppiaggio e sottotitolaggio, nel corso degli anni, anche grazie ad Internet, si è sviluppata una rete, più o meno sotterranea, di appassionati che producono sottotitoli e se li scambiano gratuitamente ‘online’. Questo fenomeno, che si sta diffondendo anche per altri generi cinematografici, è nato precisamente per gli ‘anime’, cioè i cartoni di animazione giapponese. Il termine ‘anime’ è una parola entrata in giapponese come prestito dall’inglese ‘animation’: in giapponese indica ogni tipo di film d’animazione, ma poi è entrata come prestito in inglese, e successivamente nelle altre lingue, per indicare in modo specifico l’animazione giapponese. La produzione di questi cartoni è talmente abbondante che non tutti escono in versione tradotta in altre lingue, o in ogni modo a volte questo avviene molti anni dopo l’uscita in Giappone. Per colmare questo vuoto, i fan hanno creato i ‘fansub’. Questo fenomeno esiste da qualche anno in Italia, ma negli Stati Uniti è andato sviluppandosi negli ultimi venti anni. In uno dei tanti siti web dedicati agli anime si può trovare la seguente definizione, tra il serio e il faceto, del termine fansub: Fansub: [fa'n-su'b] sost. masch. neol. (deriva dall'inglese "fan" e "subtitle") - 1. Attività senza scopo di lucro tramite la quale un gruppo di appassionati di anime cerca di far conoscere agli altri anime fan serie che altrimenti avrebbero poche speranze di essere importate in Italia (o che vedrebbero la luce dopo ere geologiche) 2 . (“AcK.it” 2005) La traduzione di questa parola, giunta dall’inglese attraverso il giapponese, composta da fan e subtitles sarebbe “sottotitolazione da/per appassionati”, in altre parole sottotitolaggio eseguito da appassionati per appassionati. Da un sunto di tutte le dichiarazioni di intenti dei gruppi di ‘fans sottotitolatori’ si ricava che i principi chiave del fansub sono due: 2 Definizione da “AcK.it”, http://www.ackit.altervista.org

Anteprima della Tesi di Raffaella Scarpa

Anteprima della tesi: Il sottotitolaggio dei cartoni animati giapponesi, Pagina 4

International thesis/dissertation

Autore: Raffaella Scarpa Contatta »

Composta da 186 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6590 click dal 13/01/2006.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.