Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Tendenze evolutive nella gestione delle risorse idriche. L'esperienza di Amps Parma.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 CAPITOLO.1 I SERVIZI PUBBLICI. 1.1 LA SITUAZIONE: UN QUADRO GENERALE. I servizi pubblici sono da sempre, e in particolare nell’ultimo decennio, al centro di un continuo iter di cambiamento normativo, gestionale e tecnico, nella speranza e nel tentativo di arrivare ad un equilibrio organizzativo che permetta di soddisfare tutti gli interessi “racchiusi” in questo tipo di attività. Le public utilities, infatti, si caratterizzano per una elevata complessità ed una difficile decifrazione e comprensione di tutti i propri aspetti peculiari, complessità che in passato ha portato frequentemente a gestioni sbagliate o comunque inefficienti e non ottimali. Una puntualizzazione iniziale è necessaria per chiarire uno dei più frequenti e grossolani errori in cui si cade nel definire i servizi di pubblica utilità, attribuendo loro caratteristiche in qualche modo assimilabili a quelle dei beni pubblici, cosa del tutto lontana dal vero. Infatti, nessuno dei servizi di pubblica utilità possiede caratteristiche di non-rivalità o non-escludibilità in misura significativa. I servizi pubblici, avendo come oggetto beni come l’acqua, l’energia ed il gas, definiti beni necessari (necessities), che nella società occidentale di oggi sono sempre più considerati fondamentali e imprescindibili per il cittadino, incorporano interessi e responsabilità sociali che sono totalmente estranee ad attività di altra natura. Affermare che un attività è un servizio pubblico sociale significa sottolineare che il primo obiettivo è quello di consentire a tutti i cittadini l’accesso e l’utilizzo del bene in oggetto, superando ed anche, se necessario, ponendo in secondo piano problemi territoriali, economici, gestionali e organizzativi.

Anteprima della Tesi di Giovanni Vezzani

Anteprima della tesi: Tendenze evolutive nella gestione delle risorse idriche. L'esperienza di Amps Parma., Pagina 3

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Giovanni Vezzani Contatta »

Composta da 99 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1628 click dal 22/02/2006.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.