Il corpo in psicoterapia. La ''danza terapia'': problemi e prospettive

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 'continuum' funzionale, determinati modelli di funzionamento sono presenti nel funzionamento fisico e, parallelamente, in quello mentale" (Gaddini, 1981, p.4). Boadella (1987, p.187), parlando del rapporto tra psiche e soma, afferma che la mente è l'esterno del corpo ed il corpo l'interno della mente. Infatti il pensiero, attività della mente, è una funzione della corteccia, superficie esterna del cervello, inoltre l'Io, per Freud, è una proiezione di una superficie su una superficie. D'altra parte è vero anche che il corpo è l'interno della mente nel senso che ogni stato dell'io rispecchia un atteggiamento corporeo. Sempre in una prospettiva di superamento della dicotomia mente-corpo, Bion parla di "protomentale", per indicare quell'area della dimensione umana in cui non è possibile differenziare il 'fisico e lo psicologico' e dalla quale, in determinate circostanze, possono avere origine i disturbi psicosomatici (Ceccarello, 1987, p.22). In linea con questa tendenza a superare la tradizionale separazione tra mente e corpo, si comincia ad affermare la possibilità che parti della mente funzionino come corpo, in determinate situazioni, e viceversa. Infatti le vie di comunicazione consce e inconsce tra mente e corpo sono labili ed imprevedibi- li; pertanto è limitante la concezione tradizionale secondo cui ciò che è psichico sarebbe esclusivamente e permanentemente psichico e ciò che è corporeo esclusivamente e permanentemente corporeo (Morpurgo, 1987, p.126). Da questa breve carrellata del pensiero di alcuni autori sul rapporto mente-corpo, ci sembra di poter concludere che attualmente in psicoterapia si sta adottando una prospettiva che supera la tradizionale dicotomia psiche- soma ed evidenzia, invece, il legame e la continuità funzionale di mente e corpo. Inoltre, da quanto scritto, sono rilevabili le difficoltà, contraddizioni ed ambiguità che si incontrano quando si cerca di definire o di differenziare il corpo dalla psiche. Infatti non è possibile parlare del corpo prescindendo da elementi mentali e viceversa.

Anteprima della Tesi di Chiara Manfredini

Anteprima della tesi: Il corpo in psicoterapia. La ''danza terapia'': problemi e prospettive, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Chiara Manfredini Contatta »

Composta da 184 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 26422 click dal 24/03/2006.

 

Consultata integralmente 53 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.