Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sviluppo del benessere in preadolescenza

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 A questo proposito Gottman, De Claire (1997) e Goleman (1997), nei loro studi sull’intelligenza emotiva, indicano quattro stili educativi che possono favorire o al contrario inibire lo sviluppo delle competenze emozionali in bambini e ragazzi, che sono: stile “adulto non curante” in cui i sentimenti del ragazzo vengono ritenuti non importanti, anzi si tende a ridicolizzarli; stile “adulto censore” in cui ci si sente sopraffatti dalle emozioni e quindi non le si tiene affatto in considerazione; stile “adulto lassista” si accettano le manifestazioni emotive del ragazzo, ma in modo passivo non interagendo a livello empatico; stile “adulto allenatore emotivo” che ascolta e valuta le emozioni del ragazzo cercando di dare insieme a lui un nome a ciò che prova. I primi tre modelli educativi provocheranno nei ragazzi un’incapacità a regolare le proprie emozioni, rendendoli soggetti a rischio. Il modello educativo “adulto allenatore emotivo” invece renderà i ragazzi capaci di gestire in modo adeguato le emozioni, sviluppando in questo modo una buona autostima. Dare spazio ai vissuti emotivi permette ai ragazzi di esercitarsi al riconoscimento di sensazioni, sentimenti e stati d’animo e ciò permette la costruzione di uno spazio interiore che rafforza il senso di sé, cosi poco definito in questa fase di passaggio. Inoltre si ha un aumento dell’autostima e una facilità maggiore nell’accettare le regole sociali; entrambi questi aspetti fungono da prevenzione per la fragilità emotiva e il disagio giovanile. Molti sono i conflitti di base della preadolescenza legati allo sviluppo fisico: riguardano la perdita dello schema di riferimento da parte del ragazzo che vede il suo corpo cambiare e non sa quando si stabilizzerà, soprattutto per quanto riguarda la comparsa dei caratteri sessuali secondari.

Anteprima della Tesi di Michela Iacono

Anteprima della tesi: Sviluppo del benessere in preadolescenza, Pagina 10

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Psicologia

Autore: Michela Iacono Contatta »

Composta da 105 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4856 click dal 19/04/2006.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.