Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Totem, un teatro diegetico in televisione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 Rapporto fra cultura e televisione In televisione, in nome della cultura, l’intelligenza è stata più volte sfregiata se non umiliata. A sentir parlare di programmi culturali vengono i brividi. Nella TV italiana c'è sempre stata riluttanza a concedere spazi alla cultura. Il caso più sintomatico è il teatro. Si dice che il teatro in televisione sia morto. Si dice che il killer sia stato l’Auditel. Si dice che la cultura ne soffra. Ma il teatro ha semplicemente urlato la sua non-voglia di convivenza con il più petulante dei mezzi. Ogni opera teatrale che passa sullo schermo reca con sé i segni del ridicolo e dell' inadeguatezza. Ogni gesto diventa troppo amplificato, ogni intonazione appare troppo esagerata, ogni sguardo è troppo intimidatorio. Il teatro in televisione è condannato all’apostolato della rilettura, della riproposta, della rivisitazione e per sopravvivere si è spogliato di ogni canone scenico, di ogni mediazione estetica, di ogni funzione catartica; si è mascherato travestito, trasformato. Viviamo in una realtà in cui la tecnologia sta trasformando rapidamente lo stile della comunicazione umana che viene mediata in misura crescente da mezzi meccanici ed elettronici. Se ciò da un lato permette di comunicare a grandi distanze e con un numero esteso di persone, dall’altro non consente tutta la ricchezza e le possibilità offerte dalla comunicazione faccia a faccia. Nel libro “La Comunicazione come processo sociale” di Pio E. Ricci Bitti e Bruna Zani, si prende in considerazione la comunicazione ed i processi sociali ad essa attinenti. Emerge dal libro, l’esistenza di un’interdipendenza ed integrazione tra comunicazione verbale e non verbale ed a proposito della conversazione, che troviamo in Totem, si sottolinea il suo carattere di fenomeno comunicativo a più canali, implicante appunto segni verbali e non verbali, in un rapporto altamente strutturato e comprendente anche una fase pre-linguistica, in cui si costruisce la comunicazione , secondo piani, regole, procedure

Anteprima della Tesi di Marcella Spaggiari

Anteprima della tesi: Totem, un teatro diegetico in televisione, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Marcella Spaggiari Contatta »

Composta da 58 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1088 click dal 19/09/2006.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.