Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Edipo (e gli altri) - la riscrittura del mito nella drammaturgia di Renzo Rosso

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 I. – La vita e le opere 1 . Renzo Rosso tra narrativa e teatro. Renzo Rosso nasce a Trieste, il 15 aprile 1926. Cresce in una famiglia piccolo-borghese (il padre, Romolo, è rappresentante di stoffe) e, all’età di sette anni, viene avviato allo studio della musica per volontà della madre. Figura centrale nella sua opera, oltre che nella vita, Rosso la ricorderà, molti anni dopo, come “amoroso aguzzino 2 ”. Le vicende del periodo compreso tra l’8 settembre 1943 e il 1° maggio 1945 – il giorno dell’arrivo dei titini a Trieste – costituiscono la materia narrativa del “romanzo” autobiografico L’adolescenza del tempo (pubblicato nel 1991 da Frassinelli, vincitore del Premio Selezione Comisso), opera nella quale Rosso stesso racconta la sua vita in quei tempi ormai lontani: il diploma al liceo classico “Petrarca”, il diploma in violino al Conservatorio “Tartini”, i tentativi di sfuggire ai bandi dei tedeschi facendosi assumere in varie orchestre, la dura esperienza del campo di lavoro, la fuga rocambolesca. Terminata la guerra, riprende gli studi musicali, frequentando il corso di perfezionamento tenuto da Arrigo Serato all’Accademia Musicale Chigiana di Siena. Nello stesso anno, il 1946, interrompe gli studi musicali, in seguito a una profonda crisi, e si iscrive all’Università di Trieste. Nel 1951 si laurea in filosofia con una tesi dal titolo Anti-Hegel e Hegel in Kierkegaard. 1 Prima della stesura di questo capitolo, ho avuto un lungo colloquio con Renzo Rosso, in data 10 / 11 / 2004, che mi è stato molto utile per integrare le notizie ricavate dal materiale biografico già in mio possesso. Mi duole di non poter restituire al lettore la gustosa vis affabulatoria di Rosso, il quale ha voluto parlarmi della propria vita procedendo per aneddoti. 2 R. ROSSO, Musica e arte narrativa, in “Lungo il Novecento – la musica a Trieste e le interconnessioni tra le arti” (in onore del centenario della fondazione del Conservatorio Tartini di Trieste 1903-2003), Marsilio 2003. La figura della madre che sovrintende alla formazione musicale del figlio è un τόπος rossiano (si vedano, ad esempio, i romanzi La dura spina o il recente La casa disabitata).

Anteprima della Tesi di Massimiliano Felli

Anteprima della tesi: Edipo (e gli altri) - la riscrittura del mito nella drammaturgia di Renzo Rosso, Pagina 1

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Massimiliano Felli Contatta »

Composta da 103 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2024 click dal 09/06/2006.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.