Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'Inglese nei quotidiani italiani

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 Introduzione Il presente lavoro è una ricerca, a carattere semantico-lessicale, sull’utilizzo di “prestiti integrali” dall’inglese nei quotidiani italiani, per individuare il significato ed i contesti d’uso degli anglicismi più frequenti. Si è deciso di focalizzare l’attenzione sui quotidiani italiani, poiché la stampa in generale rappresenta un mezzo di comunicazione in cui confluiscono diversi sottocodici -politico, economico, scientifico, finanziario- di cui il giornalista si serve per trasmettere notizie di diversa provenienza. Il quotidiano è perciò uno strumento di trasmissione aperto a tutti gli influssi linguistici ed è luogo di scambio tra lingua parlata e scritta. Il linguaggio dei giornali italiani attinge anche a termini inglesi, a causa dell’intenso contatto culturale e linguistico con la tradizione angloamericana. Se, infatti, in passato il francese, secondo una tradizione ben documentata, ha fornito i modelli per le repliche italiane, oggi il ruolo di lingua di prestigio è svolto dall’inglese che è pertanto fonte preziosa e inesauribile di modelli per la formulazione di prestiti linguistici, di innovativi processi di formazione della parola e di neologismi. L’analisi è condotta su tre diversi corpora giornalistici risalenti a tre diverse fasce temporali, al fine di seguire il percorso evolutivo della lingua italiana: 1- corpus La Repubblica, annate di pubblicazione 1985-2000, circa 380.000.000 milioni di parole; 2- CORIS/CODIS iniziato nel 1998, in particolare il sottocorpora STAMPA composto di circa 20.000.000 milioni di parole; 3- le pubblicazioni delle annate dal 2001 al 2004 della testata giornalistica italiana Avvenire per un totale di 75 milioni e 230 mila parole. Questo tipo di ricerca rientra in un ramo di recente sviluppo della linguistica chiamato corpus linguistics o linguistica dei corpora. L’uso dei corpora nello studio del linguaggio consente di fare osservazioni oggettive, ottenere in altre parole dati empirici che potranno, per esempio, essere usati in lessicografia, nella compilazione dei dizionari, nella sociolinguistica, nell’insegnamento. In particolare, lo studio della lingua ha tratto innumerevoli vantaggi

Anteprima della Tesi di Cristina Gatti

Anteprima della tesi: L'Inglese nei quotidiani italiani, Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere Moderne

Autore: Cristina Gatti Contatta »

Composta da 100 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 12407 click dal 11/07/2006.

 

Consultata integralmente 32 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.