Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Comitato delle Regioni nell'Unione Europea

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 resto l'ente regione rivestiva un ruolo significativo in tutta la disciplina riguardante i P.I.M.: nella fase della loro elaborazione (art. 5 § 2), nella fase della stipulazione dei contratti di programma (art. 9 § 2) e in quella della loro esecuzione (allegato IV del reg. n. 2088/85) 9 . I Programmi integrati mediterranei hanno permesso alle Regioni, attraverso la previsione di uno strumento negoziale, di instaurare con la Comunità e con lo Stato un rapporto diretto che consentiva loro di assumere una posizione di sostanziale parità finora negata dall'ordinamento comunitario. I.3.2 - Le riforme dei fondi strutturali (reg.. n. 2052/88 e reg. n. 2081/93) La tendenza verso una maggiore integrazione degli interventi comunitari e degli strumenti finanziari, avviata con i Programmi integrati mediterranei, trova una base giuridica nell'Atto Unico Europeo che, come abbiamo già notato, introduce nel trattato CEE il titolo V «Coesione economica e sociale». L 'art. 130A precisa che la Comunità ha lo scopo di ridurre le differenze tra le varie regioni e il ritardo delle regioni meno sviluppate; l'art. 130C riconosce il Fondo europeo per lo sviluppo regionale come l'organo principale al fine di partecipare «allo sviluppo e all'adeguamento strutturale delle regioni in ritardo di sviluppo nonché alla riconversione delle regioni industriali in declino». 9 V., CARTEI, Gli accordi di programma nel diritto comunitario e nazionale, in Rivista italiana di diritto pubblico comunitario, 1991, p. 49.

Anteprima della Tesi di Vincenzo Carollo

Anteprima della tesi: Il Comitato delle Regioni nell'Unione Europea, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Vincenzo Carollo Contatta »

Composta da 212 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4314 click dal 31/08/2006.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.