Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il ricorso gerarchico

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

18 proposizione sia ancora in corso alla data di entrata in vigore del presente decreto”.* Con ciò si vuole chiaramente statuire che in ogni altra circostanza d’ipotesi non è ammessa l’esperibilità in più gradi; alla luce di questo, possiamo perciò affermare che, nei casi in cui la legge stabilisca che i gradi della gerarchia sono in numero superiore ad uno, il ricorso gerarchico può essere proposto una sola volta, e soltanto nei confronti dell’organo immediatamente superiore a quello da cui proviene l’atto che si assume lesivo. Questo contrariamente a quanto avviene nel campo militare, dove si possono avere tanti ricorsi quanti sono i gradi della gerarchia militare; nella sfera civile, invece, il ricorso va indirizzato al grado superiore e non oltre. La decisione conseguente è quindi considerata provvedimento definitivo anche nel caso in cui l’autorità decidente abbia per suo conto superiori gerarchici. E’ opportuno infine precisare che cosa si intenda, o più precisamente cosa il legislatore abbia voluto definire, con il * d.P.R. 24 novembre 1971, n. 1199, art. 16, comma 1.

Anteprima della Tesi di Nicoletta Ricci

Anteprima della tesi: Il ricorso gerarchico, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Nicoletta Ricci Contatta »

Composta da 101 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6324 click dal 03/08/2006.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.