Skip to content

"Break bitter furies of complexity": self e anti-self nel teatro di W. B. Yeats

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
14 il bene massimo da possedere e divulgare 35 , e «la Natura di per sé non ha niente da suggerire» 36 , avendo «buone intenzioni, naturalmente, ma [che] come disse una volta Aristotele, non sa tradurle in atto» 37 . Si rovescia, insomma, lo stereotipo classico secondo cui l’Arte imiti la Vita, poiché, per Wilde, la Natura non potrà mai gareggiare con la perfezione e l’eleganza dell’artificiale. Il paesaggio naturale verrà sempre guastato da qualche dettaglio inopportuno, stendersi sul prato verde, per godere della bella giornata, sarà sempre impossibile per via del fastidio provocato dagli insetti e dalle umide sporgenze del terreno, e il sole al tramonto potrà solo offrire un Turner di second’ordine, privo di quella naturale (ovvero studiata) grazia che lo rese uno dei pittori prediletti da Ruskin. E dal momento che nella bibbia dell’estetismo Huysmans aveva sostenuto che «la nature a fait son temps», Wilde non teme di sostenere che «l’Arte è la nostra vibrante protesta, il nostro intrepido tentativo di insegnare alla Natura quale sia il suo posto» 38 . Anzi, alla fine del dialogo si afferma esplicitamente che nel caso in cui la natura predisponga uno scenario idoneo, non occorra far altro che «illustrare citazioni di poeti» 39 , essendo questa l’unica azione veramente degna che possa scaturire dalla contemplazione di un variopinto imbrunire. E in The Critic as Artist 40 Wilde contesta il binomio bellezza-verità, ovvero la kalagathia di ispirazione greca e codificazione rinascimentale, giudicando ridicolo e anacronistico l’intento di congiungere estetica ed etica. Ernest e Gilbert, i due personaggi del dialogo, discutono di opere d’arte e del peso che la critica debba rivestire nell’età moderna, riproponendo, quasi fossero su un palcoscenico, le riflessioni di Wilde e quella del pubblico borghese. La maschera che qui lo scrittore indossa è quella del critico orgoglioso di esserlo che, contrario al rango subalterno che secondo la communis opinio dovrebbe essergli affibbiato, riscatta la professione dell’intellettuale e del recensore, individuando in sé, piuttosto, una dose di talento e di maestria maggiore a quella che serva per comporre versi, immaginare storie o cimentarsi in ambito teatrale. 35 Non a caso, Vivian, portavoce delle dottrine wildiane, ha scritto un lungo articolo per perorare la propria causa, dal titolo «La decadenza della menzogna: una protesta». 36 Ibid., p. 1042. 37 Ibid, p. 1029. 38 Ibid., pp. 1029-1030. 39 Ibid., p. 1068. 40 Il Critico come artista, 1890.
Anteprima della tesi: "Break bitter furies of complexity": self e anti-self nel teatro di W. B. Yeats, Pagina 14

Preview dalla tesi:

"Break bitter furies of complexity": self e anti-self nel teatro di W. B. Yeats

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Marialuigia Sipione
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
  Facoltà: Lettere
  Corso: Filologia moderna
  Relatore: Franco Marucci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 174

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

anti-self
archetipi
cuchulain
decadentismo
dowson
estetismo
faustismo
maschera
pirandello
self
teatro antropologico
wilde
yeats

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi